"Ripristinati i treni per i turisti alle Cinque Terre, non quelli per i pendolari della ristorazione"

Cinque Terre - Val di Vara - "Come da annunci, a salvare il turismo con il 1° luglio è tornata "la potenza di fuoco" del 5TerreExpress... ma 5 dei 6 treni della seconda fascia serale nella tratta Genova - La Spezia, soppressi a inizio emergenza, continuano a mancare. Del sesto treno apprendiamo dal comunicato della Regione che "Trenitalia ha accolto le richieste di pendolari ed operatori turistici e da questa sera ripristinerà il treno regionale 11330 con partenza alla Spezia alle ore 23.10 e arrivo a Genova Brignole alle 1.23". ( comunicati stampa della giunta regionale, 01.07.2020) - orario sicuramente utile sia per i pendolari che per i turisti, ed è da apprezzare anche l'inserimento di un treno diretto da Genova alla Spezia (partenza 22:56, arrivo 00:50).
Tuttavia riteniamo che non sia pensabile servire tutta la fascia serale con l'introduzione di questi due treni". Lo affermano in una nota i residenti, pendolari e operatori economici delle Cinque Terre ricorrenti al Tar.

"In particolare si sente la mancanza del treno 24483, in partenza da Sestri Levante alle 23:01: è il treno senza il quale la macchina turistica non può funzionare, macchina turistica che è formata da albergatori e gestori di spiagge, ma anche da cuochi, camerieri, lavapiatti, quelli che hanno sempre affollato il treno in partenza alle 23:31 da Monterosso, e a seguire dagli altri borghi, per rientrare alla Spezia, e che ora devono rimanere in stazione un'ora di più o avventurarsi in macchina per strade impervie nel buio della notte.
Poiché la Regione ha ripristinato l'altrettanto importante treno che nella stessa fascia oraria riporta turisti e lavoratori in direzione Genova, confidiamo che il mancato ripristino del treno 24483 sia frutto di una svista - e provveda quindi con urgenza al suo reinserimento.
Allo stesso modo - proseguono - chiediamo che siano accolte le richieste presentate dai pendolari, residenti e operatori economici già ad aprile in previsione della fase 3 dell'emergenza: in primo luogo il ripristino di tutti i treni dell'orario invernale (che costituiscono il minimo indispensabile per i lavoratori) ma anche l'aggiunta delle fermate di Riomaggiore e Monterosso storicamente effettuate dal treno da Parma del mattino. Ci appare impossibile che in una fase in cui la Regione Liguria promuove accordi con le regioni limitrofe a sostegno del turismo di prossimità, proprio il turista più legato alle Cinque Terre, dove ha acquistato la seconda casa o affittato da sempre lo stesso appartamento e ombrellone, non possa usufruire del treno che da sempre lo ha portato in vacanza", concludono.


04/07/2020 20:50:39


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie