Quantcast
"Mythoslogos sospeso finché Tonelli non si scuserà pubblicamente" - Citta della Spezia
"gravi dichiarazioni"

"Mythoslogos sospeso finché Tonelli non si scuserà pubblicamente"

L'amministrazione comunale di Lerici interviene dopo il post che accostava il funzionamento del green pass e il nazismo. Il direttore della rassegna: "Mi prendo ventiquattro ore, scusarsi segno di intelligenza".

Il professor Facco a MythosLogos 2020

Il green pass obbligatorio sintomo di “un terribile passato che sta tornando”, e di quale passato si parli lo chiarisce l’immagine di una svastica. Questo il contenuto dell’immagine postata nei giorni scorsi sul suo profilo Facebook dal grecista e poeta lericino Angelo Tonelli, direttore della nota rassegna culturale lericina Mythoslogos, dedicata alla sapienza. L’uscita di Tonelli ha sin da subito mosso il dibattito e sul gruppo pubblico Agorà Lerici l’ex assessore Michele Fiore ha spiegato di aver inviato una Pec al sindaco Leonardo Paoletti e alla presidente del consiglio comunale Luisa Nardone per portare il tema in consiglio comunale; questo sottolineando che la rassegna guidata da Tonelli, autore di un post definito “agghiacciante” dall’ex assessore, ha il sostegno di Palazzo civico. “Bloccato Michele Fiore perché crede che per chiedere e/o accettare finanziamenti pubblici bisogna pensarla come lui. E pretende consigli comunali trasformati in processi sommari ad personam”, la replica facebookiana di Tonelli. E oggi da Piazza Bacigalupi arriva un nuovo tassello della vicenda. “Preso atto di alcune esternazioni espresse, a mezzo social, dal direttore artistico della rassegna MythosLogos e presidente dell’associazione Arthena, Angelo Tonelli – si legge nella nota diramata dall’amministrazione comunale -, consistenti nell’utilizzo di simbologia nazista e in commenti ingiuriosi associati alle campagne vaccinali in corso e ai provvedimenti assunti, su scala nazionale e regionale, per il contenimento dell’emergenza pandemica, l’amministrazione comunale ha deliberato di sospendere gli eventi ancora in programma della rassegna dedicata alla cultura greca, finanziata e patrocinata dal Comune di Lerici”.

“Non essendo pervenuta a oggi alcuna dichiarazione di pubbliche scuse – si legge ancora -, l’amministrazione si vede costretta a dissociarsi in maniera formale da tali gravi dichiarazioni, ritenendole inaccettabili e lesive dell’immagine dell’Ente, sostenitore della rassegna diretta da Tonelli. L’amministrazione comunale riconosce l’alto valore sociale, culturale e civile svolto dalle associazioni culturali del territorio e, a tal fine, patrocina e promuove, ogni anno, anche mediante erogazione di appositi contributi, le manifestazioni e gli eventi ritenuti particolarmente meritevoli. Tuttavia, considerata la gravità di quanto accaduto, l’Amministrazione comunale ha deliberato in data odierna, 27 luglio 2021, di sospendere gli appuntamenti ancora in programma della rassegna MythosLogos, previsti nel mese di agosto, di revocare il patrocinio concesso dal Comune di Lerici e qualsiasi autorizzazione allo svolgimento di tali eventi in spazi pubblici e di sospendere l’erogazione del contributo previsto per la rassegna. MythosLogos potrà riprendere, con distinta delibera, solo a seguito di una pubblica e incondizionata dichiarazione di scuse, motivate dal riconoscimento della gravità dei fatti di cui sopra”.

“Le scuse ufficiali? Mi prendo un giorno per meditare – spiega Tonelli a CdS -, ma direi che la cosa è fattibile. Ritengo segno di intelligenza e nobiltà scusarsi se si compie un errore, anche se compiuto in buona fede; un eccesso, più che altro, nella forma della comunicazione, avvenuto in una situazione generale di tensione emotiva in cui può essere facile avere reazioni di pancia”.

Più informazioni