Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Aprile - ore 22.43

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'incendio che distrusse la Stella Polare, la nave-scuola che mai nacque

di Alberto Scaramuccia

una storia spezzina
Stella Polare

- Siamo a Pasqua, giorno di festa e uova con le sorprese. Vuole sorprendere anche la rubrica, come nella altre feste comandate, andando a ripescare qualche cosa di interessante nel passato andando a cento anni fa esatti. Caduta il 27 marzo la Pasqua del ’21 fu una festività anomala. Ci fu, detto la settimana scorsa, l’uccisione di Carnesecchi che calamitò l’attenzione della stampa locale, specie de 'Il Libertario' che dedica al luttuoso avvenimento diverse colonne, cosa eccezionale per la testata. Le altre notizie sono di tutt’altro tono, dedicate soprattutto alla beneficenza pasquale.

La Pubblica Assistenza, sempre benemerita, imbandisce un bel pranzo per le persone disagiate, la Cooperativa dei camerieri prepara un buon pasto per i “vecchietti” del Mazzini, l’istituto che ospitava nell’ex convento delle suore in via via XX Settembre gli anziani maschi soli e privi di sostentamento. I due appuntamenti hanno menù diversi, ma ugualmente sostanziosi con una sola eccezione: agli ospiti del Mazzini, alla fine del pranzo è offerto un sigaro che penso fosse un buon toscanaccio. A parziale compensazione, il secondo della Pubblica Assistenza è un succulento arrosto “con guarnigione”.

Compare, tuttavia, anche la notizia interessante di un’idea singolare. Non la si potrà poi realizzare, ma il fatto che quel progetto si manifesti qua è significativo del ruolo e della funzione non solo militare ma anche sociale, che allora rivestiva la Spezia. Si parla, infatti, di istituire qua sulle sponde del Golfo, una nave-scuola da realizzarsi sulla Stella Polare, la famosa goletta con cui Luigi Amedeo di Savoia compì nel 1899 la crociera al Polo Nord. Già utilizzata come
nave-scuola a Civitavecchia, per sottrarre con l’operazione il prestigioso cimelio dalla demolizione, viene poi acquistata dalla Lega Navale con fondi raccolti attraverso pubbliche sottoscrizioni: solo alla Spezia si raccolsero 2mila lire, una bella sommetta per i tempi.

La sezione spezzina della Lega Navale riuscì a ottenerne la concessione per ospitare, istruire ed addestrare degli orfani. A provvedere al suo funzionamento sono previsti stanziamenti elargiti dal Governo e dal Comune, ma anche i fondi già raccolti dalla Lega alla Spezia (si parla di quasi 9mila lire) concorreranno allo scopo. Insomma, tutto il Golfo è preparato ad accogliere la Stella Polare ma l’imprevisto è dietro l’angolo. La goletta è trasportata in Arsenale nell’agosto del ’22, ma un incendio la distrugge quasi interamente. Ne esce intatta la sola parte prodiera che, conservata al Museo Navale, fu distrutta durante la seconda guerra mondiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News