degrado a due passi dalla città

Auto abbandonate sul viale XXV Aprile, inizia la pulizia

Comune di Sarzana ha affidato l'intervento per la 'devegetazione', poi saranno rimosse la vetture.

Sarzana - Val di Magra - Potrebbe iniziare a breve la rimozione delle decine di carcasse di auto e altri detriti abbandonati in località Falaschi a Sarzana, su entrambi i lati del viale XXV Aprile. Un vero e proprio cimitero di vetture documentato nei giorni scorsi (QUI) e poi finito anche in un servizio di Striscia la Notizia.

Il Comune infatti, con la determina firmata dal dirigente dei lavori pubblici Mugnani, ha affidato alla ditta sarzanese “Brondi Valerio”, specializzata in interventi simili, la devegetazione dell'area, propedeutica all'ingesso dei mezzi della ditta Palagi incaricata della rottamazione e dello smaltimento di tutte le autovetture abbandonate.
Pulizia del verde che a Palazzo Roderio costerà poco più di tredicimila euro, e che la ditta incaricata svolgerà per la seconda volta. Come ripota la determina infatti il Comune aveva già dato un primo incarico a fine anno per la “pulizia e bonifica urgente delle aree verdi in viale XX Aprile e via Falaschi”. Il 17 aprile però l'ente aveva ricevuto dall'amministratore giudiziario dei terreni la relazione sullo “stato attuale di smaltimento delle vetture della società Carpoint” che evidenziava la necessità di ulteriori interventi di pulizia per consentire il lavoro del carroattrezzi.
Con il nuovo affidamento da parte del Comune dunque potrebbe iniziare il percorso di pulizia di una zona degradata situata a breve distanza sia dal centro cittadino che dall'area protetta del Parco, che ha già fatto parlare fin troppo di sé.


02/05/2021 19:23:57


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie