“Radice della Lunigiana”

Ospitalità diffusa, sentieri e bike-sharing: nasce a Zeri la nuova cooperativa per promuovere la vallata

Lunigiana - Nasce a Zeri, in Alta Lunigiana, la società cooperativa di comunità “Radice della Lunigiana”, un passo importante e significativo nell’ottica della riqualificazione e dello sviluppo sostenibile del suo territorio. La cooperativa, che aderisce a Legacoop, conta al suo interno 15 soci fondatori, tra i quali imprenditori locali, professionisti originari del posto e affezionati villeggianti “adottati” dal ridente comune montano, accomunati tutti dal forte desiderio di mantenere vivo ed ulteriormente sviluppare il territorio. Il compito che si prefigge la neonata cooperativa è quello di promuovere l’intera vallata di Zeri, valorizzandone il tessuto economico e sfruttando le enormi potenzialità naturali, paesaggistiche e culturali che da sempre questi luoghi offrono. Il brand sarà quello tipico delle cooperative di comunità: gestione dell’ospitalità diffusa, manutenzione del territorio, promozione di iniziative turistiche, fornitura di servizi a residenti, proprietari di immobili e villeggianti.

"Già nei giorni corsi – spiega Stefano Ferrari, presidente della cooperativa Radice della Lunigiana – un nutrito gruppo di soci accompagnati da familiari ed amici, ha “liberato” dalla vegetazione divelta dalle abbondanti nevicate stagionali il sentiero che collega la Chiesetta dei Due Santi con la cima del Monte Spiaggi, punto strategico per godere di una meravigliosa vista sulla Lunigiana, sulla Val di Vara, su gran parte del crinale Tosco-Emiliano e sull’Appennino Ligure orientale, con il mare sullo sfondo e l’Elba e la Corsica all’orizzonte".

Ma i progetti ai quali sta lavorando la cooperativa sono molteplici, alcuni dei quali già di imminente realizzazione. Una prima attenzione è stata rivolta alla ricezione turistica, per la quale è stata scelta la formula dell’ospitalità diffusa (co-housing), che da un lato fornisce ai proprietari di immobili servizi di gestione personalizzata degli stessi senza vincoli contrattuali, dall’altro offre agli ospiti servizi di accoglienza centralizzati, pubblicità sulle attività escursionistiche, di noleggio auto e biciclette, oltre a tutte le prestazioni già rese alla comunità zerasca. Un particolare riguardo viene riservato anche all’animazione territoriale, mediante l’organizzazione di iniziative finalizzate ad incrementare l’interesse alla frequentazione e al soggiorno sul territorio non solo nel consueto periodo estivo, ma in tutto l’arco dell’anno. I temi saranno i più svariati (semina dell’orto, sentieri e mulattiere, bike sharing, frutti spontanei, erbe aromatiche, sorgenti e torrenti), tutti rigorosamente illustrati da docenti residenti, custodi delle tradizioni e conoscenti del territorio e delle sue peculiarità.


04/05/2021 11:32:21


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie