le speranze del settore

Turisti stranieri torneranno col pass verde nazionale

Nel primo weekend in zona gialla si è visto qualcuno in più ma siamo solo all'inizio. Metà dei visitatori della Liguria non è italiano, con numeri ancor più significativi nello Spezzino.

Liguria - Quanto ci mancano i turisti, quanto ci mancano, soprattutto qui, i turisti stranieri. Qualche presenza in più la si intravede nelle strade pedonali del centro storico della Spezia e, specialmente nel fine settimana, anche alle Cinque Terre. Ma i flussi cui eravamo abituati negli ultimi anni pre-Covid sono lontani anni luce. Le previsioni per l'estate 2022 potrebbe vedere un miglioramento delle presenze ma molto dipenderà in effetti dall'andamento della campagna vaccinale non solo nelle regioni italiane ma, di fatto, in tutto il mondo. Mai così uniti, nel bene ma soprattutto nel male, come in questo periodo storico, a maggior ragione se ti chiami Italia e il turismo contribuisce ad una percentuale importante del Pil nazionale. Così Mario Draghi, presidente del consiglio, ha parlato chiaro ai ministri del Turismo del G20, il foro internazionale che riunisce le principali economie del mondo, di cui l’Italia ha assunto la presidenza per il 2021, spiegando quanto il BelPaese rimanga una delle mete preferite dei turisti del mondo.

Niente più quarantena per gli italiani che rientrano dall’estero e per i turisti stranieri, a partire dai paesi Ue ma anche da Stati Uniti e Israele, dove le vaccinazioni sono molto avanti. Il premier Mario Draghi ha annunciato che si potrà tornare a viaggiare in tutta Italia con un “pass verde nazionale”, in attesa che entri in vigore il green pass europeo previsto per la metà di giugno. L'obbligo di quarantena per chi entra in Italia è destinato dunque a cadere il 15 maggio, perché il ministro della Salute Roberto Speranza non rinnoverà l'attuale ordinanza. Una mossa, quella del governo, decisa per non perdere terreno rispetto ad altri Paesi concorrenti come la Grecia, che hanno scommesso, tra l’altro, sulle isole Covid free per rilanciare il turismo.

Dal prossimo 15 maggio gli stranieri potranno dunque tornare a viaggiare in tutta Italia con un ‘pass verde nazionale‘ simile a quello introdotto con l’ultimo decreto legge, che consente lo spostamento anche nelle regioni arancioni o rosse, in attesa del green pass europeo previsto per la metà di giugno.“Montagne, spiagge, città stanno riaprendo – afferma Draghi – non ho dubbi che il turismo riemergerà più forte di prima”. Occorrerà l’attestato di avvenuta vaccinazione, con entrambe le dosi e solo con i vaccini autorizzati dall’Ema, il certificato di guarigione o un tampone con esito negativo effettuato nelle 48 ore precedenti. In Liguria i turisti stranieri rappresentano ormai poco meno la metà degli 4,8 milioni di arrivi annuali e 6,1 milioni su 15 milioni di presenze (i pernottamenti). Tedesca, svizzera ma soprattutto francese, sono state le nazionalità più numerose nel 2019, mentre nel levante ligure, come da tradizione, raggiungono numeri rilevanti americani e cinesi. Nel 2020 gli stranieri arrivati in Liguria nell’anno del Covid sono stati 683 mila, per poco più di due milioni di presenze. Un calo medio del 70%, salvato dall’estate.

Su scala provinciale i rilievi sono sulla medesima falsa riga: 502mila arrivi e un milione e 174mila presenze in meno: questa, a livello provinciale, la dimensione della mazzata che la pandemia da Covid-19 ha assegnato allo Spezzino nel 2020. In percentuale, rispetto al 2019, il calo è del 53 per cento sul fronte arrivi e del 46 per quanto riguarda le presenze. Numeri sciagurati di un anno che ha vissuto solo due mesi di normalità – gennaio e febbraio -, i quali per altro avevano fatto registrare a livello provinciale incrementi superiori al 30 per cento, come arrivi, e al 40 per cento, a livello di presenze. Il dimezzamento percentuale dello Spezzino trova valori simili guardando al solo comune della Spezia: arrivi giù di quasi il 57 per cento, presenze del 48 abbondante. A Sarzana un crollo solo un po' più contenuto: meno 42 e meno 38.5 per cento.


05/05/2021 10:11:35


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie