ora il doppio impegno con la roma

La 'lezione di cuore' di Italiano e i suoi ragazzi | Foto

Il pareggio di Torino ha messo in luce la coesione di un gruppo che in inferiorità numerica per tutta la partita non ha mai perso la bussola.

La Spezia - Impartire una “lezione di cuore” in casa di chi, per antonomasia, ha nel dna grinta e voglia di lottare, non era sicuramente cosa scontata, ma ieri all'Olimpico Grande Torino mister Italiano e i suoi ragazzi hanno aggiunto un'altra piccola impresa al punto conquistato nonostante l'inferiorità numerica. Il pareggio, utilissimo per la classifica e la striscia positiva allungata a tre partite, è servito anche per dimostrare a tutti la compattezza di un gruppo che ha reagito all'immediata espulsione di Vignali con una prova di grande generosità e negli spogliatoi – come raccontato al termine dall'allenatore – ha riservato un applauso al ragazzo che ha chiesto scusa per quell'entrata avventata.
Dettagli di una coesione, già nota a chi sostiene questa squadra, che in campo si è tradotta nell'abnegazione di Maggiore impeccabile anche fuori ruolo, nell'inserimento di Marchizza che avrebbe potuto portare al meritato vantaggio o nel coraggio di Piccoli che quanto a fisicità e impegno nei duelli con gli avversari non ha fatto rimpiangere né Nzola né il rientrante Galabinov.
Una prova quella di ieri – qui riassunta nella fotogallery del nostro Stefano Stradini - che ha restituito uno Spezia solido e determinato, pronto per la doppia e difficilissima sfida nella Capitale contro la Roma ferita dopo il derby, nella quale serviranno cuore e corsa di tutti gli aquilotti.


17/01/2021 12:23:10


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie