cosa bolle in pentola

Sostegni bis, l'Esecutivo guarda (finalmente) turismo e spettacolo

Secondo la bozza in scrittura i nuovi contributi a fondo perduto riguarderanno le aziende di due settori particolarmente colpiti. Si parla di 2400 euro una tantum per i lavoratori.

Fuori provincia - Questa volta dovrebbe toccare a loro. Le aziende e i lavoratori di turismo e spettacolo dovrebbero essere i destinatari dei nuuovi contribuiti a fondo perduto del decreto Sostegni bis, la cui bozza è in discussione in queste ore nelle sedi dell’esecutivo. Per le imprese le buone notizie potrebbero essere due: la prima è che il secondo contributo potrebbe arrivare automaticamente a chi ha già fatto richiesta per il primo, senza necessitàò di nuove richieste, mentre la seconda potrebbe essere una nuova tipologia di calcolo del contributo derivante non più sulla perdita di fatturato media mensile tra i mesi del 2019 e del 2020, ma bensì sulla differenza tra la media di fatturato mensile tra il 1 aprile 2020 e il 31 marzo 2021 e quello dello stesso periodo dell’anno precedente, con uno scaglionamento percentuale in base alle fasce di fatturato.

Il governo sta meditando anche su altre misure come ad esempio lo sgravio di altri 5 mesi sugli affitti, lo stop al Canone Rai per bar e ristoranti e l’esenzione della prima rata Imu per i proprietari che hanno perso almeno un terzo del fatturato nel 2020 rispetto al 2019. Per quanto riguarda i lavoratori delle spettacolo e del settore turistico c'è discussione a proposito del contributo una tantum di 2400 euro a persona, insieme ad un non ancora definito bonus previdenziale. Per quanto riguarda gli operatori del turismo in arrivo una proroga fino al 31 maggio degli sgravi su affitti per strutture alberghiere, agrituristiche, agenzie di viaggio, tour operator e stabilimenti termali, indipendentemente dal volume di ricavi e compensi registrato nel periodo d’imposta precedente.


03/05/2021 16:51:58


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie