Primi dati sui finanziamenti sospesi per il Coronavirus

Nei giorni scorsi CRIF (Centrale Rischi Finanziari S.p.A.) ha diffuso i primi dati, relativi al mese di marzo 2020, sui finanziamenti sospesi dalle famiglie.

Delle richieste di accesso alla moratoria, prevista dal decreto legge "Cura Italia", circa il 74% riguardano mutui immobiliari e prestiti personali; rispettivamente il 40% e il 34%.

In Liguria il numero di contratti che hanno beneficiato della sospensione del pagamento delle rate sono poco più dell'1% del totale nazionale.

Complessivamente i mutui e prestiti che a marzo hanno goduto dell'interruzione dei pagamenti sono stati 162.307.

Nel Paese la media dei contratti sospesi rispetto alla quantità dei finanziamenti attivi è stata pari allo 0,8%.

Il numero di pratiche accolte dagli istituti di credito potrebbe essere derivato dai tempi di definizione della procedura bancaria e dal ritardo nella piena applicazione del decreto legge.

È bene ricordare che l'accesso al blocco temporaneo dei versamenti delle rate, non influisce negativamente nella storia e nel merito creditizio delle famiglie intestatarie dei finanziamenti.

09/05/2020 17:30:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 SCRIVI UN COMMENTO



Per inviare un commento devi essere loggato.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie