dubbi su saliceti

Biodigestore, Vezzano invoca intervento del Ministero

Pareri specialistici contrastanti sull'impatto sul territorio, Bertoni: "Chiediamo un giudizio neutro che i nostri uffici non possono dare".

Sarzana - Val di Magra - “Provvedere senza indugio ad attivare tutti i poteri di intervento preventivi di vigilanza e di controllio avvalendosi dell'Ispra per poter fornire adeguata e superiore valutazione di ogni componente al progetto avente incidenza sulla pericolosità dei rifiuti e sulla tutela della salute”. È quanto chiede il Comune di Vezzano nell'istanza formulata al Ministero dell'Ambiente in merito al biodigestore di Saliceti. L'ente, con la consulenza dell'avvocato Antognetti, si rivolge ad un soggetto super partes - nonché vigilante in materia di gestione dei rifiuti – per una valutazione del possibile impatto dell'impianto sul territorio.

“Chiediamo – spiega a CdS il sindaco Bertoni – che ci sia un giudizio neutro rispetto a quello che hanno predisposto Recos nel progetto e il geologo Raggi nelle osservazioni dell'inchiesta pubblica. Ci eravamo presi questo impegno nella Conferenza dei servizi e vogliamo rispettarlo perché questo tipo di parere non può essere svolto dai nostri uffici visto che in un ente piccolo come il nostro mancano anche figure professionali specifiche. Non ho dubbi – conclude il primo cittadino – che il Ministero vorrà farsi carico di questo impegno rilasciando valutazioni che siano valide per tutti visto che faccio fatica a capire chi abbia ragione”.

Nel documento realizzato con i resposabili del settore urbanistica Bologna e del settore ambiente Cecchini, viene infatti evidenziato come “sulle tematiche ambientali, trattate approfonditamente in sede di inchiesta pubblica, scaturiscono pareri specialistici contrastanti” e poiché questi sono preponderanti per la salute pubblica, “rendono necessaria la superiore vigilanza e controllo preventivo da parte del Ministero dell'Ambiente che si avvale dell'Ispra”.


14/11/2020 21:20:34


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie La Spezia













Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.
Contatta la redazione.

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie