Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 05 Maggio - ore 23.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ponte Albiano, polemiche da Pd e Fdi: "E' ora di finirla con le passerelle"

Ieri pomeriggio Governo, Regioni e Anas sul luogo del crollo. La deputata 'dem' Martina Nardi: "Alla popolazione servono risposte». Dai meloniani: "Lavori a rilento, accelerare i tempi".

"manca decreto attuativo"

Lunigiana - "Ponte Albiano: basta passerelle, ora servono risposte”. Tuona la deputata del Pd Martina Nardi dopo aver appreso del sopralluogo da parte di Governo, Regioni e Anas nel luogo del crollo del ponte di Albiano Magra, avvenuto ieri pomeriggio. "Auguro una buona giornata di sole e una buona passeggiata a tutti i rappresentanti istituzionali presenti – dice – ma li vorrei anche invitare a dare risposte concrete a una popolazione che, ormai da più di un anno, sta pagando a caro prezzo ritardi, incertezze e sottovalutazioni da parte del Governo".

"Sono mesi – spiega Nardi entrando nel merito – che il Governo non emana il decreto attuativo per aiutare le attività produttive di Albiano, come da emendamento da me proposto e approvato in legge di bilancio. Per portar via i detriti c’è voluta la pioggia e, nonostante le incessanti sollecitazioni del sindaco di Aulla e dei parlamentari di Massa Carrara, non è stato disposto che l’area venisse dissequestrata celermente. Abbiamo chiesto, e personalmente l’ho fatto ripetutamente, che i lavori fossero distribuiti su tre turni, ma fino ad oggi ancora non succede. Ecco, sarebbe bene che assieme alle passerelle i rappresentanti di Governo si impegnassero maggiormente a dare risposte concrete alle esigenze del territorio”.

"Da deputata del territorio, – conclude la deputata del Pd – anche assumendomi responsabilità che non mi competono, mi sono sempre impegnata a rassicurare gli abitanti e lo stesso sindaco di Aulla, che pure si è tanto attivato per arrivare a una conclusione della vicenda. Ho fatto da parafulmine per senso del dovere e per rispetto degli abitanti e delle imprese di Albiano in difficoltà, pur non avendo alcuna colpa né su quanto è accaduto né sugli inqualificabili ritardi che ne sono susseguiti. E oggi vedo una parata volta a festeggiare non si sa bene che cosa. Continuerò a fare il mio lavoro di rappresentante parlamentare del territorio e quindi di monitoraggio e di sostegno a famiglie e imprese, ma quello che chiedo al Governo è di lasciare da parte le ipocrisie e di concentrarsi maggiormente sui fatti concreti".

E sulla questione sono intervenuti anche il consigliere regionale di Fratelli D’Italia Vittorio Fantozzi, il coordinatore provinciale del partito Marco Guidi e il suo vice Umberto Zangani. "I sopralluoghi delle autorità devono servire ad accelerare i tempi della ricostruzione e non rimanere fini a se stessi – sostiene Fantozzi -. Ad oltre un anno di distanza dal crollo, vanno a rilento i lavori per ricostruire il Ponte di Albiano Magra. Residenti, attività commerciali ed economiche scontano isolamento e danni. Regione e Anas devono solo rispondere con i fatti, con il cantiere nell’alveo del fiume e con quello per le rampe sulla A12, che sono in grave ritardo. Le stime di fine lavori vanno al 2022, cittadini e imprese non possono aspettare ad oltranza".

"Finalmente il Presidente Giani viene in Lunigiana a rendersi conto della situazione, forse adesso stanno iniziando a muovere qualche sasso nel fiume – sottolineano Marco Guidi ed Umberto Zangoni -. Tutte le istituzioni, Regione in primis, devono sollecitare il Governo ad intervenire con sollecitudine. Si tratta di un’opera fondamentale per la Lunigiana perché la collega con la Liguria, visto che è la nostra comunità a scontare tale pesante situazione. I collegamenti nella zona sono in ginocchio, le attività economiche di Albiano abbandonate a se stesse così come i residenti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News