Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 02 Agosto - ore 22.56

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Murati vivi: "Fiesta dei marinai spagnoli fino alle 4, l'Arsenale è allo sbando".

lettere a cds
Paesaggio notturno della Spezia

- "Ormai parlare dell'Arsenale spezzino significa accostare il grottesco allo sconforto. Non basta l'eternit ancora saldamente presenti sui tetti dei capannoni, non basta il campo in ferro saldamente pieno di rifiuti tossici, non bastano nemmeno le costanti emissioni dei fumaioli o le radiazioni dei radar in funzione sui navigli ormeggiati di fronte alle case dei marolini. A questo quadro desolante, a cui nessun amministratore o governante ha dato segnali di vago interesse, si va a sommare la movida che i marinai spagnoli, ormeggiati al molo Varicella, proprio di fronte a Marola, hanno inteso organizzare una discoteca natante, con canti e balli, musica a tutto volume (leggi qui l'articolo di CDS). Probabilmente, in proroga all'ordinario ammaina bandiera, silenzio ed altre reminiscenze da naja) ci si sarebbe aspettati che la giocondità dei militari iberici terminasse in tempi consoni al ruolo militare, ed invece parrebbe che le abitudini castigliane preso il sopravvento, così il rave gallonato ha allietato il sonno dei marolini fino alle prime luci dell'alba. A poco sono servite le numerose chiamate alle forze dell'ordine, la fiesta non ha desistito, salvo per un breve periodo, circa 20 minuti, dopo l'arrivo a notte fonda dell'MP. Ma evidentemente non appena l'MP si è dileguata la movida ha ripreso vigore, probabilmente i protagonisti si sono resi conto del livello di abbandono della base spezzina.

Lieti del fatto che i militari spagnoli abbiano apprezzato lo svago nella base spezzina e porteranno un bel ricordo della gita nel golfo dei poeti, se da un lato questa vicenda stride con le tante restrizioni che la comunità marolina è costretta a subire, dal campanello per accedere alle proprie imbarcazioni, all'orario di rientro dal mare, al vincolo di avvisare l'uscita con il proprio natante, fino alla convivenza con i veleni sopraricordati, dall'altro conferma quale sia il grado di controllo della Marina militare all'interno della base, ossia nullo. Naturalmente non ci poniamo più da tempo quale possa essere il contributo della massima autorità sanitaria cittadina in relazione ad un episodio del genere, parrebbe che il nostro comune in fatto di controllo e prevenzione della salubrità dei nostri luoghi sia sede vacante".

Murati vivi Marola
Associazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News