Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 08 Maggio - ore 21.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lettera: "Chiamate subito gli ultravulnerabili, dateci modo di credere in una gestione sensata"

Una lettrice
Lettera: "Chiamate subito gli ultravulnerabili, dateci modo di credere in una gestione sensata"

- Gent.mo presidente Toti, spett.le direzione Asl 5 e chiunque sia coinvolto per competenze,
Scrivo l'ennesima mail per portare all'attenzione una situazione inaccettabile, che più volte abbiamo fatto presente tramite molteplici canali (mail, PEC, numero verde, facebook) senza mai ricevere alcuna attenzione, che nessuno di noi è Chiara Ferragni o Fedez, né gode naturalmente di quell'attenzione mediatica che lo farebbe balzare in prima pagina.
Nel frattempo, quanto precedentemente detto e già caduto nell'oblio si è andato aggiornando con la nuova ordinanza che pone in priorità assoluta ultraottantenni e super vulnerabili.
Ecco brevemente la storia che sintetizza una gestione delle prenotazioni che, di chiunque sia la responsabilità, non è accettabile e pone il carico da novanta su una situazione già di per sé al limite del sostenibile a cui noi cittadini normali stiamo comunque tentando di reagire con forza, rigore e coraggio.
Mio padre Federico Righetti ultrasettantenne e ultravulnerabile attende ancora chiamata ASL (ha ricevuto una chiamata più di una settimana fa durata circa 1 sec a cui non ha, naturalmente, fatto in tempo a rispondere, e ora vive con il telefono attaccato alla mano per paura di perderne un'altra).
Mio suocero ultrasettantenne e ultravulnerabile è stato chiamato, e ha appuntamento il 15 maggio.
Mia suocera settantenne non fragile ha prenotato il vaccino tramite farmacia non più di una settimana fa e ha avuto appuntamento il 9 aprile. È andata all'appuntamento accompagnata da mio suocero e ha ricevuto vaccino Pfizer. Come lei tanti altri.
Mio suocero, più anziano, ben più fragile, attenderà il 15 maggio.
Mio padre, più anziano, ben più fragile, attende Godot.
Nessuno a cui chiedere, nessuno che sappia dare uno straccio di informazione. Il numero verde messo a disposizione arranca e non sa dire. Alle mail nessuno risponde.
Non ci sono punti di riferimento, e sbattiamo la testa contro al muro. Altro che essere coraggiosi, e forti, e rigorosi.
Chiamate gli ultravulnerabili e fatelo subito, dateci modo di ricominciare a credere in una gestione sensata o non vedremo mai, dovesse pure esserci da qualche parte, la luce in fondo al tunnel di questa angoscia.

Cordialmente ma sconsolatamente,

Francesca Righetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News