Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 13 Aprile - ore 22.55

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Condivisione digitale di referti e percorsi diagnostici: arriva Pacs

Anche Asl 5 si dota del Picture Archiving and Communication System che digitalizza i processi clinici e le immagini di tac, risonanze, mammografi ed ecografi.

tecnologia
Condivisione digitale di referti e percorsi diagnostici: arriva Pacs

La Spezia - Un sistema unificato per trasmettere, da un'Asl all'altra, referti medici con immagini ad altissima definizione. E' questa in sostanza la grande innovazione che il sistema Pacs, collaudato in Asl 5, esteso alle aziende sociosanitarie 1 e 2, e che a breve potrebbe coinvolgere anche il San Martino di Genova. Con l'adozione di Pacs si accorciano i tempi e si possono evitare ulteriori esami perché permette la comunicazione e la trasmissione dei dati in tempo reale da un'azienda sanitaria all'altra.
La presentazione si è tenuta questo pomeriggio nella Sala mensa del Sant'Andrea della Spezia e hanno partecipato Brunello Brunetto presidente della II commissione Salute e sicurezza sociale, il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, i direttori dell'Asl 5 una rappresentanza di Philips S.p.A. e con la partecipazione del presidente del consiglio regionale Gianmarco Medusei.
"Tale interazione interaziendale - si legge in una nota di Asl 5 - consentirà una valutazione, in tempo reale, di quadri clinici complessi che richiedano una gestione multidisciplinare, anche in urgenza-emergenza, con il coinvolgimento di branche specialistiche quali cardiochirurgia e neurochirurgia; a regime il sistema consentirà, nel pieno rispetto della normativa sulla protezione dei dati personali, la condivisione dei referti e degli studi contenenti le immagini diagnostiche tra le Aziende Sociosanitarie e gli Enti del Sistema Sanitario Regionale che avranno aderito. Questa tecnologia permetterà quindi ai medici di avere a disposizione informazioni più complete sui Pazienti e conseguentemente di fornire al cittadino un servizio di presa in carico e di cura migliore. La gestione da un’unica interfaccia applicativa di dati e bioimmagini, accompagnando il paziente lungo l’intero iter diagnostico-terapeutico, semplifica la consultazione della storia clinica e rende possibile confrontare in modo simultaneo ed integrato le immagini relative a differenti diagnostiche, al fine di ottimizzare la gestione clinica del paziente. Tale sistema è di particolare utilità nel setting dell’urgenza (Pronto Soccorso) per ricostruire dal storia clinica del paziente e confrontare gli esami attuali con quelli precedenti".
Per giungere alla realizzazione del Pacs, Asl 5 ha aderito all’Accordo Quadro per la “realizzazione, manutenzione e conduzione operativa di un Sistema per la gestione delle immagini diagnostiche per le Aziende Sanitarie ASL1 Imperiese, Asl 2 Savonese e Asl 5 spezzino”, stipulato tra Liguria Digitale S.p.A. ed un’associazione temporanea di imprese (ATI), la cui capogruppo è Philips S.p.A. e che include l’expertise nei rispettivi segmenti di: Carestream Health Italia, Elco, EBIT, GE Healthcare, Mafra e TIM.
In precedenza, era stata costituita la Cabina di Regia dei Sistemi Informativi del servizio Sanitario Regionale, processo accelerato drammaticamente a seguito del crollo del Ponte Morandi di Genova, che aveva mostrato l’assoluta necessità di implementare un sistema di cooperazione informatica tra Aziende sanitarie ed Enti Ospedalieri liguri, e creato i presupposti per la realizzazione di un sistema informativo a livello regionale.
Attualmente, in ASL5, il sistema è utilizzato a pieno regime nelle Strutture Complesse di Radiologia e Medicina Nucleare. E’ stato avviato l’utilizzo nelle Strutture Complesse di Cardiologia della Spezia e Cardiologia Riabilitativa di Sarzana per quanto riguarda l’emodinamica e l’ecocardiografia. Entro l’autunno sarà completata la digitalizzazione anche relativa ad elettrofisiologia ed elettrocardiogramma e il progetto sarà esteso fino a ricomprendere anche la Cardiologia “territoriale” (visita cardiologica, elettrocardiogramma, ecocardiografia). Questo porterà ad una unificazione di tutti i processi diagnostici cardiologici all’interno di ASL5 includendo entrambi gli stabilimenti ospedalieri ed i tre distretti territoriali.
Il sistema PACS comprende anche un portale di consegna referti accessibile su internet all’indirizzo https://asl5-referti.regione.liguria.it che permette al Cittadino la visualizzazione on line e la stampa dei referti di radiologia erogati in regime ambulatoriale (prenotati tramite CUP). Il Cittadino può quindi ritarare il referto e le immagini senza la necessità di doversi recare personalmente presso le sedi Asl. Attualmente il sistema consente il ritiro on line dei soli referti ed immagini radiografiche (RX). Entro aprile 2021 è prevista l’estensione del servizio a tutte le tipologie di immagini e referti radiologici.

Per il direttore generale di Asl 5 Paolo Cavagnaro: "Questo è un importante segno di normalità. Siamo davanti a un passo importante del sistema di trasmissione delle immagini diagnostiche e permette la collaborazione tra le aziende".

Fabio Tigani di Philips ha sottolineato: "Il progetto è iniziato anni fa e grarantisce la condivisione tra le strutture regionali. Per il paziente si concretizza il recupero dei precedenti del proprio percorso sanitario. Da un punto di vista economico si abbattono i costi con meno spese sulla diagnostica. Questo sistema ha gestito 250mila esami".
Per il sindaco Pier Luigi Peracchini: "Si mette al centro il paziente e questo progetto ci proietta nel futuro ".
Il direttore di Radiologia Matteo Stefanini ha spiegato: "La distribuzione delle immagini permette di avere simultaneamente su tutti i Pc dell'azienda e convergono più immagini. Tra marzo, aprile e maggio dell'anno scorso avevamo 1.380 pazienti covid ma non avevamo uno strumento adeguato. Con questa strumentazione compiamo un grande passo avanti". A margine della presentazione ha aggiunto: "Ci stiamo attivando per fare in modo che tutto il percorso dei pazienti possa essergli recapitato via web e in futuro anche a casa".
Alberto Menozzi, direttore di Cardiologia in Asl 5 ha aggiunto: "In precedenza, ciascuna metodica era di difficile integrazione. Quello che veniva creato in un territorio non si vedeva nell'altro. Con questa tecnologia abbiamo superato l'ostacolo".
A portare i saluti della Regione il presidente dell'assemblea regionale Gianmarco Medusei e il presidente della II Commissione Brunello Brunetti che hanno sottolineato: "Ogni azione per migliorare per gli operatori speriamo che possa essere messo in atto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News