Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 05 Maggio - ore 23.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Astrazeneca può coprire la popolazione fragile. Trombosi rare, 86 casi su 25 milioni"

La conferenza stampa del presidente Draghi, affiancato dal professor Locatelli.

vaccini

Fuori provincia - Conferenza stampa del premier Draghi nel tardo pomeriggio di oggi. Il premier, affiancato dal presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli, ha risposto a numerose domande, toccando vari temi. Tra questi, ovviamente, i vaccini: "Con che coscienza un giovane salta la lista e si fa vaccinare?", si è rammaricato il presidente, segnalando poi che "le dosi di aprile sono sufficienti a vaccinare tutta la popolazione che ha più di ottant'anni e gran parte degli over 75". Quindi il premier, in merito alle diverso stato di avanzamento delle somministrazioni nelle varie regioni, ha osservato che "per le regioni che sono molto avanti con fragili e i più vulnerabili sarà più facile riaprire". E ancora: "Nelle prossime settimane voglio vedere di riaprire in sicurezza, a partire dalle scuole, obiettivo è un mese di presenza".

In merito alla stagione turistica, Draghi ha detto che "manca una data. Garavaglia dice a giugno. Speriamo, magari anche prima. Non diamo per abbandonata la stagione turistica, tutt'altro". E poi: "Penso a un piano di riapertura delle fiere e degli eventi: è il miglior messaggio di fiducia al Paese". In ogni caso "le riaperture dovranno esserci. Non ho una data, ci stiamo pensando in questi giorni, dipende dall'andamento dei contagi e dei vaccini". Draghi ha ricordato che "il 30 aprile è la data di scadenza del periodo previsto nell'ultimo decreto", specificando che nel testo "si dice anche che qualora l'andamento delle vaccinazioni e dei contagi mostrasse la possibilità, si possono riconsiderare le cose anche prima. Il governo sta lavorando su tutto questo. Avere date significa conoscere esattamente i parametri rilevanti a una certa data. In tutto questo c'è la volontà del governo di vedere le prossime settimane come di riaperture non di chiusure".

Su Astrazeneca: "Nei dati, il crollo di fiducia in AstraZeneca si vede meno di quanto uno potesse aspettarsi. Continueremo a dare un messaggio rassicurante, che non viene dato a cuor leggero, ma con grande serietà, partecipazione, comprensione. Io mi sono vaccinato con AstraZeneca e mia moglie anche". L'ex presidente della Bce ha affermato che "Astrazeneca, può coprire la popolazione fragile: le scelte compiute fanno riferimento a eventi trombotici in sede inusuali ma straordinariamente rari: 86 casi su almeno 25 milioni di vaccinati". E per quanto concerne Sputnik, ha detto il premier, "vediamo cosa dice l'Ema". Ha affermato che "i contratti si possono benissimo fare, ma ci hanno detto che le capacità produttive sono molto limitate, dosi non interessanti per un Paese ,e se gli accordi verranno rispettati l'Italia avrà tutte le dosi che servono. Bisogna poi vedere se Sputnik si presta ad essere adattato in presenza di varianti, che inevitabilmente verranno fuori".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News