Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 03 Agosto - ore 14.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Las Pezia Calling

Las Pezia Calling Chiamata 13 - 2011-2021 Dieci anni di teatro di Fuori Luogo

Ci sono dei momenti in cui partecipare ad un evento cittadino, cioè nella città in cui si è nati e formati, dà l’impressione di essere parte di qualcosa di più ampio respiro, che si percepisce come significativo al di fuori dell’ambito provinciale e che ha valenza nazionale.
Questo sono state le quattro giornate dedicate alla testimonianza dei dieci anni di teatro presentato al D!alma da Fuori Luogo, manifestazione organizzata dalle associazioni Scarti, Teatro CasArsa e Balletto Civile. In questi anni il successo di pubblico è andato crescendo e consolidandosi, mentre le attività svolte nel territorio provinciale, coinvolgendo anziani, disabili, giovani studenti e professionisti teatrali, hanno contribuito a creare una vera e propria comunità intorno al D!alma e a chi lo gestisce (che oggi comprende tre realtà culturali che operano sul territorio: Is.For.Coop, Coop Zoe, Scarti).
Delle quattro giornate, ho avuto modo di partecipare a due momenti: il convegno Dieci anni di Fuori Luogo, organizzato in collaborazione con Stratagemmi, e la matinée domenicale di Vico Quarto Mazzini, ottima rappresentazione del testo originale di Francesco D’Amore.
Il convegno si è tenuto presso il D!alma dalle 10 della mattina fino alle 17 del pomeriggio e, oltre alla breve ed imprevista partecipazione del Ministro del Lavoro Andrea Orlando, ha visto il susseguirsi di interventi ponderati e mirati di operatori del teatro contemporaneo e di critici che ne trattano e lo analizzano. Tra i molti, cito gli interventi di Antonio Moresco, Licia Lanera, Graziano Graziani, Alessandro Toppi, Andrea Pocosgnich e Roberta Ferraresi. Una giornata intensa in cui si sono tracciati percorsi del teatro contemporaneo evidenziandone successi e criticità, ma che hanno mostrato l’intelligenza contenutistica e la forte esperienza sul campo di tutti gli intervenuti. Nessun elogio del lavoro eseguito in questi anni dalle associazioni spezzine, perché l’intento era quello di essere riuniti, forse per la prima volta, per fare il punto sullo stato delle cose in Italia durante e dopo la pandemia.
A conclusione dei lavori, dopo un brillante video messaggio di Antonio Rezza e un commovente audiomessaggio di Oscar De Summa, ho assistito alla prova aperta dello spettacolo Figli di un Dio ubriaco di Balletto Civile al Teatro Impavidi a Sarzana.
La serata al ristorante i Contadini al Colombaio ha sugellato l’atmosfera di coesione e condivisione respirata durante la giornata e sono anche arrivati i meritati complimenti per i direttori artistici di Fuori Luogo, Andrea Cerri, Renato Bandoli e Michela Lucenti, grazie ai divertenti omaggi delle compagnie teatrali Omini, Maniaci d’amore e Vico Quarto Mazzini, a Francesco Pennacchia, Daniele Turconi e il Collettivo La Corsa. E, come auspicava Andrea Cerri nel testo introduttivo dell’ottimo volume curato da Maddalena Giovannelli e Francesca Serrazanetti di Stratagemmi, è stata una festa!
© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.



FOTOGALLERY























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News