Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Giugno - ore 23.13

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pane e coperto compreso

Una ventata di rassicurante qualità. La Cambusa è uno scrigno di prelibatezze

La cambusa è uno dei quei ritrovi di cui non riesci a definire bene i contorni: bar, ma anche piccola bottega, un’osteria di qualità e ottima, rifornita enoteca. Per una pausa caffè, per scambiare quattro chiacchere con gli amici, per prendere un ottimo aperitivo con salumi e bollicine, oppure per una pausa pranzo di gusto accompagnata da un’importante etichetta: la Cambusa è un locale multifunzione, che cambia con l’andare della giornata. L’ingresso è a prima vista quello di un normale bar ma già, occhieggiando intorno si cominciano a vedere scaffali di leccornie e una vetrina dove campeggiano salumi e formaggi di ottima fattura. Nel retro si aprono due salette (con le pareti arredate esclusivamente con casse di vino e tante bottiglie) dove si trovano due ampi tavoli utilizzati dai tanti avventori che arrivano in questa frequentata enoteca. I fratelli Fago (Pierfrancesco, Antonio e Silvia) gestiscono “La Cambusa” da anni: gli uomini si dividono tra il bar e la cucina, la sorella cura le salette, con la mamma Mirella che sembra sovrintendere a tutto con garbo e tanta gentilezza. Fu proprio la mamma con il marito Nicola (velista ed esperto rappresentante di vino) ad aprire il locale, nei primi anni ’70, rilevando un vecchio alimentari.
Si beve bene, e questo è un dato di fatto, centinaia di etichette da tutta Italia e anche dall’estero, con la possibilità di scegliere anche al bicchiere. Ma il consiglio di Pierfrancesco è determinate per destreggiarsi fra tanta offerta e per avere indicazioni giuste su qualche rara etichetta regionale, nazionale o estera che sia.
Anche Antonio e Silvia sanno consigliare del buon vino ma solo consultando il vecchio “diario di bordo” un vecchio quaderno scritto a mano su cui si trovano nomi, annate, vitigni e prezzi.
E si mangia anche bene scegliendo tra salumi e formaggi di alta qualità (la soppressata o testa in cassetta da premio così come il prosciutto crudo di Sauris), passando per le specialità di carne del poeta macellaio Dario Cecchini (il tonno del Chianti, carne di maiale cotta nel vino bianco e messa sott’olio, il Peposo, il manzo cotto con vino rosso e pepe), o mettendo la prua verso la tipica “mesciua” spezzina, lo stoccafisso, le torte di verdura, i muscoli ripieni, la trippa, il polpo con le patate. Quello che colpisce alla fine, ed è forse la cifra stilistica del locale, è l’atmosfera che si respira fatta di clienti abituali, amanti del buon bere e della tavola semplice ma dai sapori “certi”. La “Cambusa”, insomma, è un luogo degli incontri, sui tavoli, spesso, si svolgono anche incontri e trattative di lavoro; un punto di riferimento per gli tutti operatori del porto, dove il piacere della tavola unisce giacche e cravatte con le tute blu degli operai. Ci si rilassa, si assaggiano prelibatezze e si degustano vini di qualità: il modo migliore per riprendere fiato, prima dopo o durante una intensa giornata di lavoro.


Enoteca "LA CAMBUSA"
viale San Bartolomeo 471 (SP)
tel. 0187.503083
Chiuso: domenica e la sera dopo le 21,00
no carte di credito
© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

I Vostri commenti

Walter Baruzzo
Sabato 2 aprile 2016 alle 13:04:56
Si si. Un bel posto assai rilassante. Giusto a due passi dal Porto. Un angolo spezzino piacevolissimo

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News