Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 16 Aprile - ore 10.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

E guardie co ‘r fis-ceto

di Bert Bagarre - Aigua de a Sprügoa 1

Sprugoleria
Lerici, una foto d'epoca della statua di Garibaldi

- Alla fine del 1924 “L’Opinione”, settimanale locale, indice una rassegna di poesie in sprugolotto per rinverdirne i fasti. All’invito rispondono solo due poeti che si firmano con pseudonimi indecifrabili: Tron, nickname per Tuono, e Nissua, autori di tre componimenti in cui sarebbe eccessivo dire che rientrino tematiche leopardiane. Sono poesie vivaci e fresche che con l’arguzia del vernacolo disegnano quadretti di una Spezia che, causa anagrafe, non abbiamo mai conosciuto, ma che ritroviamo in queste produzioni che, al pari di tante altre, sono testimonianze e documenti di un mondo irrecuperabile, tanta è l’acqua della Sprugola che da allora è andata al mare.
Queste poesie valgono anche perché permettono di verificare come il nostro dialetto si modifichi al pari di ogni altro idioma. Nessuna lingua si mantiene eguale nel tempo, ma ognuna subisce variazioni dovute a più motivi: l’evoluzione del costume, gli apporti di altre parlate, la semplificazione della comunicazione.
Certo di ogni lingua si può coltivare la forma che si ritiene classica a patto, tuttavia, che si riconosca come quel modo espressivo sia datato: a scuola apprendiamo il latino di Cicerone ma impariamo anche che non molto dopo Seneca introdusse un modo di esprimersi ben diverso modificando dal profondo il sermo ciceroniano.
Il cambiamento in atto nel vernacolo si riflette anche nelle tre poesie.
A due di esse, ad esempio, come occhiello, sovra titolo, è premessa l’epigrafe “Aigua de a Sprügoa”. Nei dizionari spezzini è scritto “aigoa”, quindi cambia una vocale. Ma è un’evoluzione linguistica o si tratta di qualche cosa di più? Nel genovese si scrive aigoa ma si pronuncia aigua così come o Dria, l’Andrea, si dice u Dria.
Siccome noi, però, non conserviamo testimonianze della pronunzia degli antenati, è legittimo chiedersi se all’antica grafia non corrispondesse la stessa pronuncia che si sentiva sotto la Lanterna. Al di là di questo fin da fante en ciassa Brin ho sempre sentito dire aigua.
Inoltre, nel componimento che trascrivo in calce troviamo la parola “cacimbà”, se l’ho letta bene. I giornali risentono dell’usura degli anni e a volte sono di difficile decifrazione.
La poesia, divertente, vuole sbeffeggiare la scarsa efficienza delle guardie municipali. Ne descrive una che calza il “boneto”, berretto, con il naso rosso e, appunto, ha “ae spale er cacimbà”: una mantellina, forse, o una mostreggiatura.
Potrebbero aiutare gli archivi ma il Covid impedisce di consultarli. Neppure gli antichi giornali si possono più leggere ma delle tre poesie ho salvato previdente le copie.

Aigua de a Sprügoa

E guardie co ‘r fis-ceto


L’ea na note d’inverno, sensa lüna,
co ‘r vento che fis-ciava a ciü ne die,
de gente en zio ne te n’ trovavi una
fin er poveo da ‘n pésso lèa ‘ndà a dormie.

Ma na guardia de quele da ‘r boneto
Co-o nazo rosso e ae spale er cacimbà,
invece come i patri d’èsse en lèto
la ziava pe e strade dea sità.

Ma, an serto punto èco: cose ghè?
Se senta un rümoeto atrà a na porta:
a guardia la ghe va ‘n punta de pe
e la veda chi è ‘n ladro! Aloa bèo forte

co ‘r fis-ceto la fis-cia per ciamae
e guardie de rinforso: ma … destin!
Quando queste i te ‘r vano pe arestae
O ladro i se nèa ‘ndà pe ‘n fenestrin!


L’Opinione, 26 gennaio 1925, p. 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News