Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Luglio - ore 21.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Viabilità di via Paradiso, Casini (Pd): "Non c'è totale copertura finanziaria"

L'esponente dell'opposizione di Sarzana ha presentato un'interpellanza: "Amministrazione intende frazionare ancora il progetto o rinunciare alla passerella per ridurre i costi?".

Viabilità via Paradiso

Sarzana - Val di Magra - "Si apprende che per la realizzazione della nuova viabilità di Via Paradiso, la Giunta avrebbe ottenuto ulteriori 400mila euro dal Fondo Strategico Regionale, che la gara per l’affidamento dei lavori sarebbe prevista entro il mese di settembre e che nei primi mesi del 2022 si darà inizio alla realizzazione dell’opera". Così la consigliere comunale del Pd di Sarzana Beatrice Casini, che sull'argomento ha appena depositato un'interpellanza."Recentemente - spiega - in occasione della seduta consiliare dedicata al progetto (06.05.2021), ho avuto l’opportunità di ricostruire il quadro economico delle risorse che la nuova viabilità richiederebbe alla luce della documentazione ottenuta, a fatica, dall’Amministrazione Comunale. Documentazione, tra l’altro, che avrebbe dovuto essere allegata alla delibera di Giunta di approvazione del progetto definitivo e, conseguentemente, posta a disposizione di qualsiasi cittadino presso l’Albo Pretorio.
In quell’occasione - spiega - avevo evidenziato che il Fondo Strategico Regionale aveva messo a disposizione al Comune di Sarzana per tale progetto l’importo complessivo di euro 3.441.856,00 (di cui 3.092.500,00 per la costruzione dei due ponti sul Calcandola, 120.000,00 euro per il ponte di “Budella” ed 410.500,00 euro per la realizzazione della nuova rotatoria lungo via Falcinello) e che a tale importo si andava ad aggiungere la partecipazione del Comune in modo da portare l’intero finanziamento del progetto a complessivi euro 3.623.000,00.
Ebbene, dal quadro economico risultante dal progetto definitivo (approvato solo in linea tecnica perché non possedeva la copertura economica richiesta) emergeva una notevolissima differenza tra il finanziamento previsto e ottenuto e quello necessario per la realizzazione dell’intera opera. In particolare, i documenti indicavano che: per costruire i due ponti è necessario l’impiego di risorse pari ad euro 4.243.086,95 e cioè 1.150.000,00 euro circa in più rispetto a quelli a disposizione ( 4.243.086,95 – 3.092.500,00). Mentre per la realizzazione della nuova rotatoria, la documentazione richiesta e non pubblicata dal Comune, rivela che occorrono 600.000,00 euro in più rispetto a quelli su cui la Giunta può contare, finanziamenti che come detto provengono interamente dal Fondo Strategico Regionale (410.500,00)".

"Importi - prosegue - che non sono stati smentiti e che, soprattutto, sono rinvenibili all’interno del quadro economico estimativo allegato al progetto definitivo redatto da I.R.E S.p.A. Mancano quindi all’appello 1.750.000,00 euro circa, è inevitabile domandarsi come questa Amministrazione possa pensare di avviare le procedure di gara per l’affidamento dell’opera come annunciato entro settembre quando, per legge, occorre necessariamente avere l’intera copertura finanziaria indicata nel quadro economico (che ad oggi non c’è) e, soprattutto, quando sempre per legge, il Comune appaltante non può contare su eventuali ribassi d’asta (principio assolutamente pacifico). E’ lecito altresì domandare se intendono rivolgersi ancora una volta al Fondo Strategico Regionale per richiedere l’assegnazione di ulteriori euro 750.000,00 (ad oggi mancanti nonostante la recente assegnazione di euro 400.000,00) come previsto e richiesto nel quadro economico estimativo allegato al progetto definitivo. Oppure ancora se intendono frazionare il progetto della viabilità di Via Paradiso, già frazionato frazionato ad arte in due lotti (ponte e rotatoria), in un terzo lotto, scorporando la realizzazione del Ponte carraio dalla costruzione della Passerella ciclopedonale, pur di poter dare l’avvio ai lavori. Resta da capire - conclude Casini - se l'amministrazione intenda altrimenti tralasciare definitivamente la realizzazione della Passerella ciclopedonale, prendendo atto che le somme a disposizione non sono sufficienti per la realizzazione del Progetto così come presentato alla Regione ed al Consiglio Comunale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News