Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Maggio - ore 21.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Uniti per Sarzana: "Lega pensa di risollevare il commercio discriminando in base ai prodotti"

"commercio non supportato dal Comune"
Uniti per Sarzana: "Lega pensa di risollevare il commercio discriminando in base ai prodotti"

Sarzana - Val di Magra - "I tre anni di governo cittadino arancione sono stati talmente fallimentari da far ipotizzare che le ripetute uscite, spesso variopinte e strampalate, della componente leghista fossero scientemente studiate per distrarre l’attenzione dei cittadini". Inizia così la nota di Uniti per Sarzana che prosegue: "L’ultima proposta, o provocazione, potrebbe essere annoverata sotto il titolo “salva centro storico”; e di per sé la cosa avrebbe anche una sua ragion d’essere se lo scopo fosse quello di “salvare” il centro storico risollevandolo da un baratro nel quale è caduto da ormai, ad onor del vero, almeno dieci anni.
Ma allora quello che viene da domandarsi è se davvero la Lega pensi che per risollevare il centro storico sia opportuno discriminare le attività in base alla nazionalità o al prodotto, e se i cittadini sarzanesi e quelli dei comuni limitrofi non aspettino altro che i negozi del centro diventino il luogo deputato all’acquisto di prodotti locali dove non sia ammesso lo Champagne ma lo sia il vino sfuso di Mario, con tutto il rispetto per Mario e per il vino sfuso, o dove col caffè si debba mangiare la zeppola ma non sia ammessa la cassata, posto, peraltro, che anche il caffè abbia diritto di asilo. E’ evidente che il tema non sia la nazionalità, ma la qualità, non il prodotto ma il decoro, la sicurezza, l'accessibilità".

Il gruppo Uniti per Sarzana "condivide le preoccupazioni legate alla crisi del commercio sarzanese che, al di là della situazione pandemica, non è stato supportato né da politiche nazionali ne’, tantomeno, da iniziative di buon senso del governo locale, in modo particolare in questi ultimi 3 anni, ma non solo. Condivide anche la necessità di bloccare le aperture selvagge, ma necessariamente all’interno di un piano strutturato che consenta di dare al centro storico di Sarzana un significato nel suo complesso, frutto della sintesi della concertazione tra associazioni di commercianti, forze politiche tutte e rappresentanti dei cittadini, per trovare la soluzione migliore per l’interesse dei commercianti e quello di cittadini e turisti. E’ necessario trovare una formula che renda Sarzana attrattiva, che valorizzi la sua unicità in provincia (e non solo), con un centro storico pedonale ampio, con due fortezze, capace di diventare il centro di eccellenza di una qualsiasi proposta, sia essa quella dell’antiquariato o dei fumetti, quella del vino o quella dei libri, purché pensata in modo strategico, superando i pregiudizi, i conflitti, i campanilismi per sposare l’idea migliore, chiunque ne sia il padrino, da sviluppare in modo ordinato coinvolgendo tutte le persone competenti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News