Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Giugno - ore 20.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Natale (Pd): "Colonia Olivetti, dove finiranno le risorse ottenute?"

Il consigliere regionale rivendica i meriti del centrosinistra: "Interventi sugli argini del Palmaria e modifica destinazione d'uso furono nostri traguardi, quando si governa si dovrebbe riconoscere il lavoro di chi c'era prima..."

"valore dimezzato..."
Ex Colonia Olivetti

Sarzana - Val di Magra - La valorizzazione dell’ex Colonia Olivetti ha rappresentato, negli anni, un punto cardine delle attività delle amministrazioni comunali e regionali che si sono succedute. "E' un lavoro che parte nell’ormai lontano 2012 - spiega Davide Natale, consigliere regionale del Pd, ricordando che "a quella data risalgono gli interventi sul Parmignola per non dimenticare quelli avvenuti negli anni immediatamente successivi (2013-17) per mettere in sicurezza gli argini. Questi sono i lavori che, accompagnati da una modifica della destinazione d’uso, hanno consentito di togliere il vincolo idraulico e permettere la possibile ristrutturazione dell’immobile che oggi è avvenuta. Quindi soddisfazione per la ristrutturazione ma orgoglio nel rivendicare i molti interventi effettuati. Quando si amministra o si governa si dovrebbe riconoscere il lavoro di chi lo ha fatto prima. Questione di stile. In questo caso manca".

Natale ha presentatro un'interrogazione in Consiglio Regionale per fare chiarezza su due aspetti: "Come è possibile che con gli interventi effettuati e sopra sommariamente richiamati il valore dell’immobile sia dimezzato rispetto all’ultima valutazione? E poi, le risorse ottenute dalla vendita dove vengono impegnate? Chiedo queste informazioni perché parliamo di soldi pubblici e ARTE si trova ad avere un patrimonio di casa sfitte perché non riesce ad effettuare la manutenzione e quindi ogni Euro in meno che arriva nelle casse dell’Agenzia è un Euro in meno destinato agli interventi sulle case da assegnare alle famiglie che si trovano in difficoltà. La domanda è semplice, se un immobile in cui era difficile se non impossibile effettuare investimenti imprenditoriali valeva qualcosa di più di 4 milioni di Euro lo stesso immobile che può diventare un resort come può valerne meno della metà? Quei due milioni di Euro che mancano sono 65 case in meno messe a bando per essere assegnate (è stata la stessa ARTE a dire che per ogni casa ci vogliono 30.000 €). Il secondo punto non è meno importante: non è questione di campanile ma di trasparenza: dove e come saranno destinate le risorse. Un lavoro di anni non può essere ridotto all’ennesima passerella pseudo-elettorale di amministrazioni che si impadroniscono del lavoro altrui e che non dicono con trasparenza dove investono le risorse".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News