Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Aprile - ore 20.45

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Maggioranza amegliese: "Da anni spendiamo per smaltire detriti prodotti da altri"

Giunta e consiglieri sostengono proposta del sindaco di Sarzana per la divisione delle spese fra tutti i comuni della provincia: "Logico esempio di solidarietà fra enti"

"posizione Pd sarzana surreale"
Maggioranza amegliese: "Da anni spendiamo per smaltire detriti prodotti da altri"

Sarzana - Val di Magra - In merito alla proposta del sindaco di Sarzana Cristina Ponzanelli di dividere fra tutti i comuni della provincia le spese per la pulizia del litorale, interviene anche la maggioranza del Comune di Ameglia che sostiene l'iniziativa criticata invece dal Pd sarzanese (QUI)
"Sono anni che il nostro comune, insieme a quello di Sarzana, vede  riversarsi sulle nostre spiagge cumuli di detriti e legname portati alla  foce dal fiume Magra. Quest'anno – spiegano consiglieri e giunta amegliesi - abbiamo ricevuto la beffa anche dei detriti del ponte di Albiano, ancora immobile nel fiume. Rifiuti che né i cittadini di Fiumaretta e Bocca di Magra e nemmeno di Marinella hanno prodotto, visto che il fiume e i suoi affluenti attraversano prima svariati comuni della provincia.
Sono anni che siamo costretti, come Comune, a farci carico delle spese di pulizia e smaltimento, perché  certamente non possiamo lasciare che questi detriti restino sui nostri litorali, anche per naturali esigenze di igiene pubblico: l’accesso al mare è peraltro un diritto e va goduto, come quello al lavoro da parte dei tanti concessionari delle attività balneari e dei loro dipendenti. Abbiamo condiviso nelle settimane scorse un principio molto semplice, chi produce il rifiuto è responsabile – almeno per una parte – al suo smaltimento, quindi che non siano i soliti noti a risolvere il problema, ma che sia l’intera comunità provinciale a interessarsene”.

“Ci pare, questo, un logico esempio di solidarietà fra enti, soprattutto in un periodo di gravi difficoltà economiche come quello attuale. Un principio comunitario, alla base della stessa logica di un ATO come può essere anche quello idrico, dove alle spese di manutenzione di un impianto di depurazione concorrono naturalmente tutti i comuni. Per questo non abbiamo dubbi e come l’amministrazione guidata dal sindaco Ponzanelli sosterremo qualsiasi soluzione che ci permetta di alleviare gli amegliesi da una tassa pagata sinora ingiustamente, andando oltre  posizioni surreali come quella assunta dal PD di Sarzana, che evidentemente non ha a cuore il futuro dei propri concittadini. Bene almeno il silenzio di quello di Ameglia, che speriamo almeno una volta possa esprimersi a favore dei suoi cittadini e non contro. Non si capisce proprio, del resto, per quale motivo i cittadini di Sarzana e Ameglia dovrebbero continuare a pagare, vedendosi aumentare ogni volta la Tari, per qualcosa di cui non sono responsabili. Bene anche qualsiasi altra soluzione normativa che vada in questa direzione, senza escludere  quella proposta in Regione in forma di ODG dal consigliere Natale che, al di là delle difficoltà attuative e senza dare una risposta immediata  al problema, guarda comunque a risolvere una evidente distorsione  prodotta da una delle ultime leggi del centrosinistra guidato da  Burlando. A noi – concludono - interessa soltanto il bene dei cittadini, oltre qualsiasi colore politico”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News