Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 12 Giugno - ore 18.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Digestore, Santo Stefano ricorre. Sisti: "Perché Lega non ha fermato Toti?"

La sindaca: "In questi giorni si sono spese parole infamanti e ridicole".

Con Vezzano

Sarzana - Val di Magra - Domani, venerdì, con apposita delibera di giunta, la sindaca di Santo Stefano, Paola Sisti, darà incarico all'avvocato Piera Sommovigo e al giurista ambientale Marco Grondacci perché presentino ricorso, unendosi in questo a Vezzano, contro l'autorizzazione rilasciata dalla Regione al biodigestore di Saliceti. Ad annunciarlo, nelle scorse ore, la stessa prima cittadina santostefanese. In questi giorni sui ricorsi presentati dal Comune – ha scritto sul suo profilo social - si sono spese parole infamanti ma anche ridicole! Per questo voglio spiegare alcune cose e ricordare i percorsi compiuti. I cittadini di Santo Stefano hanno raccolto, con un lavoro prezioso, 4.000 firme, e me le hanno consegnate. Di fronte a una volontà così chiara e numerosa il sindaco non può che prenderne atto e scegliere di stare dalla parte della sua comunità. In ogni contesto pubblico e privato ho detto che sarei stata al loro fianco utilizzando tutti gli strumenti che la legge mi metteva a disposizione. Ogni passo compiuto, ogni ricorso presentato è stato prima oggetto di discussione e approfondimento con i comitati e con il consiglio comunale e le decisioni assunte sono state frutto di decisioni condivise, compresa la scelta del legale e del giurista ambientale. Adesso la Lega Nord, che siede negli scranni del consiglio ci accusa di aver sperperato denari pubblici con ricorsi inutili! Intanto sono sicurissima che se non avessimo fatto i ricorsi oggi sarebbero a dire che non abbiamo fatto nulla, ma soprattutto la Lega locale, che fa parte delle forze politiche che guidano la Regione, ente che ha rilasciato l'autorizzazione, non è in grado di provare almeno a consegnarsi ad un pudico silenzio!”. Parole rivolte alla Lega spezzina e al gruppo consiliare di opposizione Insieme per voltare pagina, rappresentato in consiglio dagli esponenti del Carroccio Paola Lazzoni e Silvio Ratti.

“Chi parla di ricorsi inutili, di soldi pubblici spesi male – scrive ancora la sindaca - non dice mai cosa dovremmo fare in alternativa per provare a fermare la realizzazione dell'impianto. La Lega locale ha personaggi importanti e potenti dentro l'organizzazione del partito e la domanda è: perché non avete fermato l'autorizzazione e quindi il progetto? Perché permettete a Toti di usare due pesi e due misure nella provincia spezzina? Vedete, Toti ha chiesto al governo di fermare la centrale a gas dell'Enel perché gli spezzini non la vogliono! Presidente Toti, i cittadini di Santo Stefano non vogliono il biodigestore! Le chiediamo di usare la stessa attenzione nei nostri riguardi perché non siamo cittadini di serie B! E chiederei alla Lega locale di fare la stessa precisa domanda al loro presidente. Potrei continuare all'infinito, ma sono già stata troppo lunga. Io continuerò ad usare l'arma che posso usare che sono i ricorsi. Ho piena fiducia nei miei legali e nonostante le difficoltà di questa amministrazione farò il mio dovere fino in fondo”.

(foto di repertorio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News