Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Giugno - ore 22.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Digestore, Regoli: "Lega faccia come con Enel: dica no, seguendo volere comunità"

L'intervento del consigliere provinciale Pd, vice sindaco di Vezzano.

Sarzana - Val di Magra - "La Provincia deve rivedere il Piano d'area dei rifiuti e la Regione quello d'Ambito. Personalmente credo che il consigliere regionale Davide Natale abbia avuto ragione quando, in un'intervista di qualche settimana fa, ha sostenuto il fatto che i due impianti che saranno presenti a Saliceti non saranno in linea con le reali esigenze riguardanti lo smaltimento dei rifiuti. I numeri sono sproporzionati. Sono fortemente contrario ad un sistema di questo tipo che rischia di diventare 'schiavo', economicamente e strutturalmente, delle dimensioni degli impianti ed invece penso si debba cominciare a pensare ed a ragionare su un sistema in cui gli impianti divengano modulari e consoni alle esigenze del territorio. La pianificazione prevista dal centrosinistra negli anni passati rispondeva esattamente a queste esigenze e va riproposta". Si apre così l'intervento del consigliere provinciale del centrosinistra Simone Regoli, esponente Pd.

"Non si può immaginare, a prescindere di ogni altra problematica anche più impattante - continua la nota di Regoli, anche vice sindaco vezzanese -, che ci saranno due mega strutture con il rischio che non funzionino né una né l'altra. Perché il rischio è doppio: un impatto ambientale disastroso e dei numeri economici/finanziari altrettanto disastrosi, a causa del mantenimento di due impianti che lavoreranno a scarto ridotto, che si tramuteranno, in entrambi i casi, in maggiori costi da scaricare sui cittadini. Chiedo quindi al Presidente Peracchini di seguire il suggerimento del Sindaco di Santo Stefano Paola Sisti. Chieda agli esponenti della Lega di usare lo stesso schema usato per la discussione sulla centrale Enel. In quel caso infatti, testuali parole, i consiglieri regionali della Lega hanno detto che non sono contrari al gas ma che la centrale a Spezia non può essere realizzata perché la comunità locale non la vuole. Bene, chiaramente allora, questo sacrosanto principio deve valere allo stesso modo per i cittadini di Vezzano Ligure e Santo Stefano e quindi i consiglieri leghisti, che sostengono la maggioranza in consiglio regionale, devono impedire per lo stesso motivo la realizzazione dell'impianto. Noi non lo vogliamo ma ce lo volete fare! Basta".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News