Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Giugno - ore 20.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Detriti sul litorale, Provincia: "Gestione comune e solidaristica del problema"

La commissione competente ha avviato iter del dibattio, Frascatore: "Problema collettivo su cui lavoriamo per giungere a una soluzione tecnica condivisa".

Detriti in spiaggia a Fiumaretta

Sarzana - Val di Magra - Si è riunita nei giorni scorsi la Commissione Provinciale 3 che ha competenze in materia di Ato Idrico e che ha affrontato l'iter del dibattito sullo smaltimento dei rifiuti sul fiume Magra. "La Provincia della Spezia conferma la propria massima attenzione sulla necessità di garantire politiche fattive a tutela dell’ambiente e dei territori, garantendo il massimo intervento a supporto degli Enti Locali - commenta il Presidente di Commissione Marco Frascatore -. L’importanza di questa tematica, nello specifico per la situazione relativa al fiume Magra ed alle risultanze degli effetti del trasporto di rifiuti verso il mare e verso il littorale, ha richiesto che questo argomento fosse oggetto di un proprio iter in sede di Commissione. Il tutto attraverso una regolare pianificazione del dibattito a seguito di un primo iter che, ad oggi, è solo in fase di analisi e progettazione partendo da una proposta tecnica sviluppata dagli uffici, ovvero oggetto di primo studio a cui, come da normale procedura, segue il dibattito in sede di Commissione competente".

"Le problematiche relative alla gestione dei rifiuti spiaggiati lungo le coste del Magra sono un problema collettivo su cui la Commissione sta lavorando per giungere ad una soluzione tecnica condivisa ed equa per tutte le comunità interessate. Sino ad oggi, così come ribadito in tutti gli interventi dei Commissari presenti all’ultima seduta, la fase in atto è ancora quella di analisi delle opzioni e delle soluzioni tecniche necessarie a formulare un’ipotesi di intervento da sottoporre a tutte le istituzioni coinvolte. L’obiettivo è quello di garantire un’equa gestione delle risorse disponibili ed attivabili da parte dell’Ente a sostegno del processo di smaltimento dei rifiuti, l’attivazione di un procedimento solidaristico tra tutti gli enti locali interessati in modo da poter giungere ad una migliore ottimizzazione dell’intervento con minore pressione economica verso gli Enti Locali".

"Appare prematuro - si legge ancora in una nota - intervenire su ipotesi di lavoro o nel merito di meri studi tecnici che sono, ad oggi, semplice oggetto dei lavori preparatori ad una definizione dell’intero processo, ovvero proposte o bozze interne alla Commissione. Il lavoro in corso presso l’organo provinciale, partendo da principi ispiratori che tutti i membri hanno condiviso, segue quindi il suo corretto iter e solo successivamente le risultanze, formulate in sede di Commissione, avranno valenza di dibattito presso tutti gli interessati, come da regolare attività dell’Ente".

"Nel corso della seduta è stato infatti condiviso da tutti che il tema, prima di essere oggetto di altri passaggi, debba essere definito nel proprio iter previsto, all’interno dei lavori della stessa Commissione, così come da regolare programma e quindi sviluppato nei successivi passaggi programmati nelle prossime sedute. Ad oggi non esiste alcuna definizione che possa essere oggetto di decisione in atto di esecuzione formale".

"Il lavoro dei Commissari, così come evidenziato nell’ultima seduta, è vincolato a garantire la massima attenzione alla tutela del nostro territorio, alla difesa dell’ambiente dalle forme di inquinamento derivate dal problema dei rifiuti lungo i corsi d’acqua e la costa, la razionalizzazione delle risorse economiche a disposizione ed il ruolo di coordinamento e supporto agli Enti Locali che la Provincia deve espletare come prima iniziativa del proprio incarico quale ente di secondo livello nel quadro di una gestione comune e solidaristica di problematiche condivise”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News