Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Aprile - ore 19.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Centro commerciale Romito: "Regione, nessuna comunicazione su argini"

Il consiglio comunale di Arcola approva una mozione per la vigilanza ambientale sull'intervento. Dibattito sulle arginature, correlate al cantiere della nuova struttura: "Necessario lavorare su entrambe le sponde".

Il centrodestra si astiene
Il cantiere per la nuova struttura commerciale di Romito

Sarzana - Val di Magra - “Si impegnano, al fine di scongiurare un possibile danno ambientale, il sindaco e la sua giunta, in adempimento ai rispettivi obblighi e poteri, nei limiti delle competenze assegnate, a predisporre tutte le azioni necessarie, avvalendosi delle strutture competenti, Arpal e Asl in primis, per la verifica del rispetto della condizione espressa all'articolo 184 ter comma 1 del Codice dell'Ambiente, con particolare riferimento alla necessità di chiarire se il conferimento di materiali, come dichiarati, rientrano fra i materiali di cui alla Colonna B, allegato 5, tabella 1 del Codice dell'Ambiente, e se, in un contesto ambientale fluviale come quello dato, possono equivalere ad un apporto di contaminanti che andranno a generare un impatto negativo sull'ambiente, in violazione di quanto previsto dall'articolo 184 ter”. Questa la dettagliata impegnativa della mozione approvata ieri sera dal consiglio comunale di Arcola con il voto favorevole della maggioranza di centrosinistra e del consigliere di opposizione Alessandro Navalesi (Alternativa per Arcola); astenuta l'opposizione di centrodestra. Il tema è il cantiere, di recente avvio, per la costruzione di un supermercato Basko a Romito Magra, intervento che implica un riempimento per l'innalzamento del suolo sul quale sorgerà l'insediamento. La mozione è nata da un'intesa tra 'Uniti per Arcola' e 'Alternativa per Arcola' dopo che, nel consiglio del 2 marzo (si veda QUI), era stata rinviata con l'obbiettivo, appunto, di arrivare a un testo rivisto e condiviso. I consiglieri di centrodestra hanno annunciato una mozione sullo stesso tema, proponendosi di inviarla seduta stante ai colleghi dell'assemblea civica per discussione e votazione, ma, da regolamento, il documento è stato calendarizzato per la prossima convocazione. I consiglieri di Cambiamo e Lega hanno altresì lamentato una mancanza di coinvolgimento in merito alla redazione della mozione poi approvata, circostanza contestata dalla maggioranza. Il testo approvato ieri sera, prima di incassare la benedizione del consiglio, ha ricevuto un emendamento per intervento dell'assessore Salvatore Romeo, vale a dire un punto, nell'impegnativa, che dispone l'invio della mozione ad Arpal, Asl, Provincia e Regione.

Il dibattito che ha preceduto la votazione ha toccato anche il correlato tema delle arginature, la cui realizzazione è correlata a quella della struttura commerciale, come da intesa tra il soggetto attuatore Sogegross e Regione Liguria. “Non era il caso di inserirlo nella mozione – ha affermato l'assessore Romeo – ma è bene ricordare, essendo questo un intervento che si inserisce in un'area esondabile, che la potenziale esondazione può essere prevenuta attraverso la realizzazione di un argine che costruirà la società committente. E come detto a più riprese e da più consiglieri, gli interventi di arginatura devono essere contestuali sulle due sponde, altrimenti rischiamo di mettere in sicurezza la parte romitese mettendo ulteriormente a rischio la sponda sinistra, Battifollo. L'amministrazione comunale e il suo Ufficio tecnico, quindi, dovranno prestare particolare attenzione nel corso della realizzazione dell'intervento”. Di qui l'intervento del consigliere Navalesi: “Le parole di Romeo in merito alla realizzazione congiunta della messa in sicurezza delle sponde mi rassicurano. Mi fa piacere sapere che l'Ufficio tecnico si metterà a disposizione per verificare che gli interventi avvengano in contemporanea. È una cosa molto importante, che non è scritta in maniera chiara da nessuna parte”.

Al che la sindaca Paganini ha inteso “sottolineare la necessità di accertarci delle cose che ci stiamo raccontando. Dalla Regione non abbiamo ancora ricevuto nessuna segnalazione in merito all'avvio dei lavori di arginatura. Esporci in merito è inappropriato, perché nessun elemento ci può far dire che la Regione è pronta a intervenire. L'arginatura, al netto di quello che farà il soggetto attuatore, è a carico della Regione, lo sottolineo e ribadisco. Bisogna quindi portare avanti questa dimensione coinvolgendo la Regione e chiedendo il cronoprogramma degli interventi: rispetto a questo non possiamo prenderci altro impegno. Come amministrazione certamente dobbiamo vigilare, ma non possiamo farlo sul territorio di altri. Rispettiamo le competenze e cerchiamo di riportare l'argomento nell'ambito giuridicamente corretto, lasciando fuori le suggestioni”. E quando Navalesi ha affermato che “sembra quasi che ci sia un richiamo a Romeo”, la prima cittadina ha invitato il consigliere di opposizione a evitare i “sembra quasi, che sono suggestione”, asserendo che “Navalesi ha tradotto le parole di buonsenso espresse dall'assessore Romeo. Non arriviamo a suggestioni: il dato corretto è che noi, dalla Regione, per il nostro territorio, non abbiamo ricevuto alcun cronoprogramma sugli interventi per le arginature, e a maggior ragione non sappiamo quello che succede in territorio sarzanese, cioè sulla sponda sinistra, dove una parte è nostra, sì, ma una parte è Sarzana”. Infine il consigliere totiano Pavero ha chiesto a che punto sia il rilascio della concessione edilizia (informazione che la sindaca si è impegnata a fornire) e ha lanciato “una provocazione: se le comunicazioni della Regione sui lavori di arginatura non arrivano, ecco, se potete farlo, non rilasciate la concessione edilizia al soggetto attuatore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News