Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Luglio - ore 21.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Approvato il Dup di Sarzana, opposizione: "E' un libro dei sogni"

Via libera dal Consiglio comunale al Documento unico di programmazione 21-23. Ponzanelli: "Progetti e opere incontestabili. Al nostro arrivo Comune non aveva visione, ambizione e prospettiva".

"è come il piano di resilienza del governo"
Consiglio comunale Sarzana 27 Aprile 2021

Sarzana - Val di Magra - Il Consiglio comunale di Sarzana ha approvato questa sera il Documento unico di programmazione 2021-2023, pratica complementare al bilancio di previsione che è ancora in fase discussione nella seduta che ha dato via libera al Dup con i dieci voti della maggioranza e i tre contrari dell'opposizione.
“Il 2020 è stato un anno molto particolare – ha affermato in apertura l'assessore Baroni - per questo il Dup ha per noi un ruolo fondamentale e abbiamo deciso di presentarlo insieme al bilancio per renderlo ancora più coerente dal punto di vista della programmazione. Si pone infatti a metà fra le linee di mandato e il documento principe di previsione”. Questo contiene infatti il fabbisogno del personale per i prossimi due anni, il piano delle alienazioni e di valorizzazione del patrimonio immobiliare, il programma triennale delle opere pubbliche e quello biennale degli acquisti di forniture e servizi.
“In estrema sintesi – ha proseguito il titolare della delega al bilancio - possiamo riassumere il Dup in cinque parole: sicurezza, decoro, cultura, opere e finanza alla persona. Voci che rappresentano il volano per la ripresa dell'attività post-Covid creando le condizioni affinché le attività trovino terreno fertile per la ripartenza grazie anche a un piano imponente delle opere”. Queste ultime sono stati infatti al centro del dibattito fra la maggioranza e l'opposizione che ha contestato diversi passaggi dell'amministrazione.

“Comparando Dup e programma elettorale – ha attaccato Casini (Pd) – si nota come sia rimasto invariato lo stile fiabesco con il quale si raccontano grandi obiettivi dei quali, tre anni dopo, non c'è traccia. Si approvano progetti di ponti, piazze e antenne telefoniche senza il minimo confronto con i cittadini, l'iter per il Puc non è stato ancora avviato e avete più che raddoppiato gli incassi da oneri di urbanizzazione, mentre il progetto su Villa Ollandini è ancora nel cassetto. Avete promesso tanto e fatto poco”. Dello stesso avviso anche Lorenzini (Pd) che ha sottolineato: “Sentiamo parlare delle isole zonali da due anni ma non ce n'è ancora traccia, continuate a parlare degli “anni precedenti” ma ormai questi riguardano anche voi e non ci fate una bella figura. E' una gravissima mancanza che nel documento non ci sia una sola riga sul centenario dei fatti del 21 Luglio che ricorrerà quest'anno mentre si parla anche degli anniversari di Dante e Napoleone”.
Raschi (Iv) ha parlato invece di “un libro dei sogni dell'Amministrazione, con tanti bei propositi e promesse che però difficilmente saranno concretizzate”. “Ci sono sempre più discariche – ha aggiunto – e sull'aspetto ambientale c'è ancora molto da fare mentre sull'offerta turistica siamo del tutto impreparati. Non si hanno più notizie di mobilità alternativa e collegamento ciclopedonale con Marinella dove con le spiagge siamo fermi. Villa Ollandini, unico vero polmone verde della città, è sparita dai vostri obiettivi”. In tema di grandi opere Mione (SiA) ha invece definito “megalomane” il progetto del ponte sul Calcandola chiedendo inoltre rassicurazioni – ricevute da Baroni – sullo stanziamento del Mit dei 900mila euro per la riqualificazione di quello di via Falcinello. “Come per il parcheggio dell'ospedale promesso a luglio 2018 – ha detto - si tratta di annunci e chiacchiere al vento e con questo comportamento il sindaco Ponzanelli seguirà la strada di Cavarra. Su Vill Ollandini non c'è un'idea, è come se fosse passata a Fosdinovo e lo stesso vale per la Colonia Olivetti. Ci impegneremo a ricordare ai cittadini annunci a vuoto e bugie”.

Attacchi rispediti al mittente dal sindaco Ponzanelli che ha replicato: “Il Puc rispecchia la nostra visione per la città e non potevamo che legare le nostre progettualità ad un avvenimento epocale come quello vissuto nell'ultimo anno che cambierà l'approccio alla vita di Sarzana. Non aggiorniamo solo uno strumento strategico per garantire l'attuazione del programma ma dettiamo anche una serie di azioni concrete e specifiche su un orizzonte temporale più lungo. Quando abbiamo iniziato – ha rimarcato – abbiamo trovato un Comune senza ambizione, visione e prospettiva. Non c'era un solo cantiere sulle opere né finanziamenti per realizzarle. Oggi, dopo un anno di pandemia siamo arrivati ad avere 25 milioni di euro nelle casse comunali e non c'è nulla dei nostri progetti che possa essere contestato, dai ponti alle scuole, dai beni che l'amministrazione precedente voleva alienare perché non li riteneva più utili, fino a Marinella dove abbiamo investito milioni di euro per la messa in sicurezza idraulica e dove puntiamo alla riqualificazione del borgo. Il Dup contiene una visione forte di una città che cammina al di là del nostro programma di mandato, in parte già attuato, sul quale c'è ancora da fare proseguendo con concretezza su tutte le attività”.
Operato dell'amministrazione difeso a spada tratta dagli esponenti dei gruppi di maggioranza, con il presidente del consiglio Rampi che in particolare ha sottolineato: “Sentiamo spesso richiamare il Puc ma dobbiamo ricordare che il piano regolatore di Sarzana è scaduto nel 2008, da allora si sono succedute tre amministrazioni a guida Pd senza che sia stato fatto nulla. Agli architetti del prestigioso studio Boeri abbiamo dovuto consegnare linee guida risalenti al 2011 che tenevano ancora in considerazione il masterplan di Marinella. Questo Dup può essere paragonato al piano di resilienza del Governo – ha concluso – daremo ai cittadini opere in tempi che sorprenderanno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News