Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 02 Agosto - ore 20.05

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Eretta trascura deleghe per fare difensore d'ufficio di Asl e maggioranza"

Intervento di Francesca Castagna, vice segretario Pd Sarzana.

Comune di Sarzana - Piazza Matteotti

Sarzana - Val di Magra - Il dottor Costantino Eretta è il Vicesindaco di Sarzana e l'Assessore alla Sanità, agli Anziani, alle Politiche familiari, sociali e della casa.
È escluso che qualche anziano, qualche famiglia, qualche soggetto disagiato o qualche sfrattato sarzanese se ne sia mai accorto. Silenzio ed inerzia assoluti da parte sua su quei temi (oggi è comparso - un po' spaesato - all'inaugurazione dei nuovi locali degli assistenti sociali, come se bastasse moltiplicare gli sportelli per sostenere adeguatamente il disagio).
Ogni tanto però - ogni morte di Papa - il Nostro esce dal torpore politico e dall'oblio. E quando non è per narrare imbarazzanti disavventure in Estremo Oriente o per tentare infauste scalate elettorali, è per parlare di Sanità.
Ora è noto che - in barba al principio di sussidiarietà - le principali competenze in materia sanitaria spettano allo Stato (per fortuna) o alla Regione (per nostra speriamo transitoria sfortuna).
A parte le prerogative individuali del Sindaco (ordinanze urgenti in materia di igiene e Tso), al Comune - e dunque all'Assessore alla Sanità - compete soltanto di autorizzare nuove strutture socio sanitarie e di individuare eventuali nuove sedi di farmacia.
Ma l'Assessore Eretta, dipendente ASL, non si è mai occupato di questo.
Le rare volte in cui fa sentire la sua voce 'nella qualità' di Assessore comunale alla Sanità, lo fa immancabilmente per difendere la ASL sua datrice di lavoro dalle accuse di inefficienza o per giustificarne le manchevolezze.
Così, quando qualcuno fa notare che Dialisi è da tempo senza aria condizionata lui si precipita a rassicurare che "il guasto sta per essere riparato".
Quando qualcun altro lamentava la perdurante chiusura della Rianimazione,  Eretta si è affrettato a precisare che quel reparto "riaprirà presto".
E quando, dinanzi al Pronto Soccorso, era stata fotografata una lunga fila di ambulanze in coda da ore, era stato lui ad intervenire pubblicamente per garantire che era "tutto sotto controllo...".
Nessuna di quelle questioni lo riguardava come Dirigente ASL di prima fascia di Chirurgia (il suo reparto non c'entra mai) ma nemmeno come Amministratore del Comune di Sarzana: il San Bartolomeo è uno 'stabilimento' del Presidio Ospedaliero del Levante ligure, la sua dislocazione sul territorio del Comune di Sarzana è accidentale, sul San Bartolomeo l'Amministrazione comunale di Sarzana non esercita alcuna autorità, non gode di alcun autonomo potere.
Ma allora perché l'Assessore Eretta non si occupa dei Servizi sociali allo sbando, del dramma degli sfrattati, degli anziani che la sua Amministrazione ha espulso dai luoghi del loro prediletto soggiorno, di quelle "politiche familiari" di cui è lui responsabile e per le quali non fa nulla (mentre costituirebbero il primo argine al disagio e alla asocialità di tanti giovani)? Perché trascura le importanti deleghe che ha ricevuto e si fa sentire solo quando si tratta di fare il difensore d'ufficio dell'Azienda sanitaria per cui lavora e della maggioranza politica che ne condiziona negativamente l'azione?
              
Francesca Castagna, vice segretario Pd Sarzana

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News