Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Giugno - ore 16.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Caro sindaco, tra quelle firme contro il digestore c'erano anche le nostre"

'Insieme per voltare pagina' attacca la prima cittadina Sisti: "Non tutte le iniziative intraprese sono state utili né corrette dal punto di vista erariale".

"Prevalga democrazia in questo paese ingessato"

Sarzana - Val di Magra - “È aberrante assistere alla costante strumentalizzazione delle legittime perplessità sollevate da un gruppo consigliare. È aberrante che un professionista esterno che si professa ‘consulente del Comune e non di una parte politica’, si presti ad un gioco politico elettorale carico di storture narrative. In un ente, ogni incarico (a qualunque professionista) viene deliberato dalla giunta, non certo dal consiglio comunale. E le strategie processuali vengono decise dal professionista incaricato, non certo dal consiglio comunale”. Si apre così l'intervento del gruppo di opposizione santostefanese Insieme per voltare pagina, che attacca e la sindaca Paola Sisti ( intervenuta nelle scorse ore), e – ecco il riferimento al professionista – il giurista ambientale Marco Grondacci. Il tema, naturalmente, è il biodigestore. “Nello specifico delle azioni legali contro il biodigestore – si legge ancora nella nota del gruppo, rappresentato in consiglio dagli esponenti della Lega Paola Lazzoni e Silvio Ratti -, i consiglieri comunali non hanno potuto che prendere atto che la giunta si è affidata a professionisti indicati dai responsabili del comitato NoBio ed affidarsi alla miglior strategia da questi individuata, fermo restando che in diverse sedi sono state sollevate legittimamente perplessità sui percorsi intrapresi (ci sono anche streaming di consiglio comunale). Dopodiché, oggi, non possiamo non prendere atto del fatto che qualcosa non ha funzionato e, di certo, questa responsabilità, morale politica e giuridica, non potrà essere fatta ricadere su chi ha potuto solo fare da spettatore di fronte alle scelte adottate nel pieno esercizio dell’autonomia professionale del tecnico e su mandato di una giunta. Ricordiamo, peraltro, che l’avvocato incaricato, in un primo tempo, in una discussione in consiglio comunale, appoggiò l’idea di partecipare all’inchiesta pubblica, per poi immotivatamente impugnarne la delibera. Noi in consiglio comunale abbiamo il ruolo di consiglieri, non di avvocati, né di consulenti ambientali”.

“Caro sindaco, tra quelle firme (4.000 o 2.000 che siano) – prosegue l'intervento - c’è anche la nostra. Anche noi abbiamo contribuito a raccogliere quelle firme ed il solo mandato che il consiglio le ha dato è stato quello di adottare ogni strategia ‘utile’ a contrastare il biodigestore. Prenda atto che non è stato tutto ‘utile’, né correttamente intrapreso, almeno sotto il profilo erariale. Ed abbia un tono rispettoso verso i consiglieri comunali, perché potremmo dirne molto sulle ‘ridicolaggini’ e le parole ‘infamanti’ dei suoi fedeli. Apprendiamo che venerdì prossimo con una delibera di giunta (a riprova di quanto detto sopra), conferirà l'incarico (ancora all'avvocato Piera Sommovigo e al giurista ambientale Marco Grondacci) per presentare il ricorso contro l'autorizzazione rilasciata dalla Regione Liguria al biodigestore di Saliceti, unendosi al comune di Vezzano Ligure (che sicuramente avrà fatto scelte meno strumentali politicamente) ed auspichiamo che la strategia che adotteranno i legali vada a buon fine (perché non possiamo fare altro). E, nel contempo, auspichiamo che, finalmente, dopo questo gesto della giunta, la democrazia prevalga anche in questo paese, da qualche anno ingessato da logiche conservative pretestuose”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News