Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 06 Maggio - ore 19.52

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Comune concede più suolo pubblico a bar e ristoranti di Sarzana

La giunta ha varato le linee guida per le attività che potranno ampliare gli spazi senza costi aggiuntivi. Arredi esterni saranno rimossi se non saranno rispettate norme anti contagio.

verso le riaperture
Piazza Garibaldi, Sarzana

Sarzana - Val di Magra - Dopo le parziali e graduali riaperture dal 26 aprile annunciate ieri dal Premier Draghi, oggi la giunta Ponzanelli di Sarzana ha varato le linee guida per le occupazioni di suolo pubblico “a carattere straordinario”. Il documento riguarda infatti la posa di stavoli e sedie prontamente rimovibili per le attività di somministrazione di cibi e bevande, allo scopo di “incrementare gli spazi utilizzabili in misura idonea ad assicurare il pieno rispetto delle misure di distanziamento sociale”.

“Come sempre dall’inizio dell’emergenza - afferma il sindaco Ponzanelli - appena possiamo riapriamo e sfruttiamo sempre in rigorosa sicurezza ogni apertura che ci concede il Governo. Soltanto ieri il Presidente del Consiglio ha annunciato di riaprire le attività all’aria aperta dal 26 aprile, e noi già oggi abbiamo voluto dare questo segnale con questa delibera di indirizzo ampliando ancora il suolo pubblico a disposizione di bar, ristoranti e attività. L’utilizzo di spazi all’aperto è infatti parte della nostra visione di una Città accogliente e che sa vivere a cielo aperto, ma al contempo assicura oggi distanziamento e sicurezza alle persona oltre alle attività di poter lavorare.”

L'attuazione tecnico-amministrativa del provvedimento prevede quindi “L'occupazione di suolo pubblico sia per l'ampliaento degli spazi rispetto a quanto previsto dai rispettivi titoli concessori, sia l'occupazione da parte di esercenti fino ad ora privi di titoli concessori secondo criteri di adeguatezza e non discriminazione”. L'ampliamento delle zone in concessione a bar e ristoranti avverrà senza aumentare il numero di tavoli e coperti, e senza costi aggiuntivi per i gestori, saranno quindi mantenuti invariati i canoni attuali nonostante l'incremento dei metri quadri concessi.
In vista della stagione estiva sarà inoltre permesso “l'utilizzo di ombrelloni o parasoli senza pubblicità con tonalità a tinta unita, compatibile con il contesto in cui si inseriscono” per assicurare il pieno rispetto delle norme di distanziamento.
Le occupazioni saranno inoltre consentite a seconda dell'ubicazione, delle caratteristiche e degli ulteriori usi dei suoli da occupare, “in ogni caso – spiega la giunta – in esito a procedimenti il più possibile semplificati e accelerati rispetto a quanto fino ad ora previsto”. Il mancato rispetto delle norme porterà oltre alle sazioni anche l'immediata rimozione degli arredi collocati su suolo pubblico. Per la posa di dehors o strutture simili infine sarà vigente l'attuale disciplina mentre ogni ampliamento sarà consentito previa verifica di compatibilità con le eisgenze di viabilità e sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News