Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Giugno - ore 18.41

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Folk music meeting, tre giorni di concerti live

Nelle serate del 4, 5 e 6 giugno alle 19 tornerà protagonista la musica: appuntamenti a Ponzano superiore, Castelnuovo Magra e Fosdinovo.

Prima edizione
Folk music meeting, tre giorni di concerti live

Sarzana - Val di Magra - Tre giorni di concerti dal vivo sono un bel modo di ritornare verso la normalità. Ad aprire le danze della bella stagione sarà la prima edizione di Folk Music Meeting, che andrà in scena in Val di Magra nelle serate del 4, 5 e 6 giugno.
Si tratta di un nuovo progetto dell'associazione culturale “Armadillo” di Sarzana, svolto in partnership con i Comuni di Castelnuovo Magra, Fosdinovo e Santo Stefano Magra, insieme ad Arci Val di Magra e Uisp La Spezia e Val di Magra, con il contributo di Fondazione Carispezia nell’ambito del bando “Cultura in Movimento”.

La manifestazione vuole caratterizzarsi come importante appuntamento di approfondimento culturale, formativo e di spettacolo con oggetto musica e etnomusicologia di alta qualità artistica, volto a valorizzare espressioni di musica popolare, sia nazionale che internazionale. Inoltre si colloca nell’area della Vallata del Magra, con un forte intento di valorizzazione del territorio e attenzione verso zone collinari, in particolare i borghi alti della vallata.

Quella che viene comunemente denominata “musica folk” o “musica etnica” è l’espressione in musica delle culture e delle tradizioni di popoli abitanti una determinata area geografica, la cui evoluzione viene trasmessa in forma orale e musicale, non scritta, spesso da autori sconosciuti. Può essere rappresentata in forma strumentale, vocale e come accompagnamento al ballo; in Italia ha espressioni che provengono da tutte le regioni geografiche, tramandando linguaggi, strumenti musicali, danze, costumi e tradizioni. Tutto ciò senza cadere in un percorso “elitario” anzi, parlando linguaggi molto semplici che raccontano sentimenti, gioie o sofferenze della gente comune.

Verranno quindi proposti gruppi musicali e artisti in arrivo da varie regioni italiane e da altre aree geografiche del mondo, tutti portatori di tradizioni musicali dei vari territori di provenienza, con momenti di spettacolo dal vivo e altri di approfondimento su strumenti musicali, balli e altre forme culturali inerenti. Non mancheranno espressioni del territorio della Val di Magra e della Lunigiana.

E’ prevista la presenza, oltre che degli artisti, di esperti e studiosi del settore, con l’intento di analizzare e valorizzare tutte le attività inerenti all’argomento. Verranno coinvolte organizzazioni nazionali, studiosi, giornalisti, riviste e siti web del settore e saranno proposte interazioni tra musicisti italiani ed esponenti di musica folk di vari paesi del mondo.

La manifestazione ambisce a divenire importante appuntamento nazionale del settore, con particolare attenzione all’aspetto formativo e didattico su musiche, strumenti musicali e balli, attraverso seminari e masterclass.

Questo permetterà di attirare sul territorio un folto numero di appassionati e praticanti, nonché residenti del territorio, giovani e meno giovani, fornendo un importante strumento di arricchimento culturale per tutti.


PROGRAMMA E PROTAGONISTI
(attenzione date le disposizioni governative sugli orari, l’inizio dei concerti è previsto alle ore 19)


VENERDI’ 4 GIUGNO, ore 19
Piazza Colonna, PONZANO SUPERIORE
(S.Stefano Magra)

“LIBERI SUONATORI DELLA VAL DI MAGRA”
Mauro Manicardi, voce, organetto e piva – Franco Ressa, voce e chitarra – Monica Milton Schettino, fisarmonica – Dario Landi, pive – Corrado Perazzo, pive – Fabrizio Pilu, violino e piva
partecipano ballerini di Zeri.
Programma incentrato sulle ricerche di musica e strumenti popolari della Lunigiana e della tradizione della Giga di Zeri.
Organettista spezzino, Mauro Manicardi vanta un lungo percorso artistico, intrapreso alla fine degli anni Settanta con i Lancelot e proseguito prima con le ricerche sul campo tra la Val di Magra in Lunigiana e la Val di Vara dal 1992 al 2002 e successivamente approdato all’esperienza con i Tandarandan in cui militava anche il cantante e chitarrista Maurizio Cavalli, prematuramente scomparso nel 2013. Oggi è leader di un gruppo di musicisti folk del territorio che, attraverso racconti e suoni delle loro esperienze musicali, provano a tracciare passato, presente e possibile futuro della musica popolare della Lunigiana.

RICCARDO TESI-MAURIZIO GERI ENSEMBLE con GIUDITTA SCORCELLETTI
“Omaggio a Caterina Bueno”
Riccardo Tesi e Maurizio Geri artefici di una formidabile intesa musicale e umana, quando si esibiscono in duo riescono a far sbocciare i fiori di una moderna musica popolare partendo da quei semi della tradizione che hanno raccolto assieme a Caterina Bueno, storica e straordinaria cantante folk toscana. Tesi col suo organetto malinconico e sognante, Geri con un chitarrismo lucido e poliedrico, ma anche con una voce vibrante ed espressiva, spaziano dalla musica tradizionale a composizioni strumentali, passando per ritmi gitani e canzone d’autore, attingendo alle più belle perle di un repertorio vastissimo che hanno portato per il mondo in venticinque anni di attività artistica, offrendo una musica che guarda avanti, ben memore di ciò che, alle sue spalle, le ha permesso di esistere: una musica che è Tradizione Contemporanea.
Nel 2010, a tre anni dalla scomparsa di Caterina Bueno, i due hanno reso un sentito omaggio alla grande artista con il disco “Sopra I tetti di Firenze”, in cui rileggono alcune delle pagine più belle del suo repertorio.
Per l’occasione di questo concerto invitano Giuditta Scorcelletti, una delle voci più belle ed interessanti della nuova scena folk toscana.


SABATO 5 GIUGNO, ore 19
Torre dei Vescovi di Luni-Piazza Querciola (centro storico)
CASTELNUOVO MAGRA

“SCARIOLANTI”
Alessio Ambrosi, voce, chitarre, ukulele, charango – Cristina Benefico, voce, percussioni – Livio Bernardini, voce, fisarmonica – Mauro Manicardi, voce, organetto, pive – Anacleto Orlandi, basso – Egildo Simeone, voce, effetti vocali, flauti, percussioni
Il gruppo “SCARIOLANTI” nasce con l’intento di offrire negli anni duemila uno spettacolo musicale di alto valore artistico, capace di unire in un’unica e potente voce universale le canzoni popolari di impegno civile del Vecchio e del Nuovo Continente. Il repertorio proposto, dalle ballate che hanno accompagnato tutte le lotte e conquiste sociali del ‘900 ai canti che raccontano le migrazioni di uomini e donne in cerca di affermazione e riscatto sociale, vuole offrire alle nuove generazioni motivo di riflessione e di impegno nella continuazione di un percorso di progresso civile che non conosca pause. Si propongono brani di musica popolare italiana e di altri autori d’oltre oceano.

AMBROGIO SPARAGNA & ORCHESTRA POPOLARE ITALIANA DELL’AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA DI ROMA
“Taranta d’Amore”
La notte del Gran Ballo Festa-Concerto di serenate e balli della tradizione popolare italiana Taranta d’Amore è una grande festa spettacolo dedicata ai balli della tradizione popolare italiana: gighe, saltarelli, ballarelle, pizziche, tammurriate e soprattutto tarantelle, la danza matrice di tante tradizioni musicali delle nostre regioni. Al centro della scena Sparagna, sostenuto dalla straordinaria energia e bravura dei musicisti dell’Orchestra, dà vita ad una grande festa spettacolo che riesce ad animare la piazza, la fa saltare al ritmo vorticoso dei nostri balli popolari, tra organetti, chitarre, ciaramelle e tamburelli. Nel corso dello spettacolo il pubblico diventa ‘protagonista della festa’ e si lascia piano piano travolgere dalla forza della musica abbandonandosi agli inviti del Maestro a ballare, battere le mani, sorridere e schiarire una melodia, cantare un ritornello e sorridere per un numero ad effetto. Così stregati dall’energia del ritmo ed affascinati dalla varietà ed originalità dei suoni degli strumenti popolari e dalla forza delle voci che cantano tanti dialetti diversi, tutti si ritrovano a rivivere suggestioni ed emozioni straordinarie tipiche delle antiche feste contadine italiane. L’Orchestra Popolare Italiana, diretta da Ambrogio Sparagna, è un ensemble di voci, organetti, percussioni e altri strumenti tradizionali che propone un variegato repertorio che abbraccia diverse regioni d’Italia attraverso progetti originali che prevedono spesso la partecipazione di ospiti speciali. Numerosi gli spettacoli in Festival, ma anche interventi musicali e teatrali per animare piazze e interi paesi, che hanno sempre catturato l’attenzione e l’entusiasta partecipazione del pubblico. Il gruppo vanta un’ampia e qualificata esperienza, in Italia e all’estero.


DOMENICA 6 GIUGNO, ore 19
Piazza del Fosso, FOSDINOVO

RENÉ LACAILLE ENSEMBLE (Isola de La Réunion-Francia)
René Lacaille, voce, fisarmonica – Marco Lacaille, voce, basso, percussioni – Aldo Guinart, sax tenore e flauto.

JAM SESSION CON I PROTAGONISTI DEL FOLK MUSIC MEETING
René Lacaille, straordinario fisarmonicista e chitarrista creolo dai grandi trascorsi musicali tra influssi di chanson francese, flamenco, salsa, jazz, è maestro indiscusso dei ritmi dell’Isola de La Réunion: maloya e sega. Gli accenti di questi ritmi sono sorprendenti per orecchie occidentali e la sezione delle percussioni produce una tessitura trascinante e deliziosa nella quale fisarmonica e vari strumenti a corda trovano momenti di virtuosismo e liricità. Vanta collaborazioni di musica etnica in tutto il mondo, con numerose produzioni discografiche ed è stato in tournée in Europa, Sudafrica, Africa orientale, Canada e Australia. Il talento di Lacaille ha continuato a introdurlo ogni anno in nuovi paesi, contribuendo a estendere la sua portata dall’Europa e dall’Africa al Brasile, alla Cina e agli Stati Uniti.
Gli è capitato di suonare con molti grandi musicisti, tutti quelli che come lui amano incontrare altre musiche e trasmettere le proprie: Richard Galliano, Debashish e Subashish Bhattacharya, Lo’Jo, Vincent Segal, Romane, Sheikh Tidiane Seck, Manu Dibango, ecc. Il concerto sarà un viaggio nella musica delle Isole de La Reuniòn, con influssi e mixaggi di altre musiche etniche del mondo e culminerà con una jam session con altri musicisti che partecipano al Folk Music Meeting.

Per il programma completo di tutti gli appuntamenti culturali clicca qui

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News