Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Aprile - ore 20.41

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Al "Premio Vermentino" menzione speciale per Davide Trauzzola

Svelati stamani i vincitori della quarta edizione della manifestazione promossa dalla Camera di Commercio di Sassari con i comuni di Olbia e Castelnuovo. Montebello: "Iniziativa importante in un anno difficile", l'autore: "Un sogno realizzato".

fra colli di luni e gallura
Davide Trauzzola

Sarzana - Val di Magra - Menzione speciale per il castelnovese Davide Trauzzola nella quarta edizione del Premio enoletterario “Vermentino” che si è tenuta questa mattina in un'edita versione online a causa della pandemia. Nata nel 2017 e fortemente voluta dalla Camera di Commercio di Sassari, in collaborazione con i comuni di Olbia e Castelnuovo Magra legati dai progetti di valorizzazione del Vermentino, la manifestazione è stata vinta da Gesuino Némus con il libro “L'eresia del Cannonau” (Elliot Edizioni). Fra le quattro menzioni speciali del premio una è stata riservata come detto a “Il vino tra armonia e storia” di Trauzzola il quale, dando seguito ai suoi studi storici e alle precedenti pubblicazioni sulle tradizioni apuolunigianesi, ha dedicato quest'ultima opera al mondo dell'enologia e al prodotto che ha reso celebri in tutto il mondo i Colli di Luni. Un testo – impreziosito non solo da immagini ma anche dalla traduzione in inglese – realizzato in collaborazione con Ca' Lvnae, per celebrare l'eccellenza enoica del nostro territorio e il suo radicamento nella cultura popolare e nel tessuto economico e sociale.

“Questo libro è nato dai ricordi personali legati a mio nonno Giovanni e alla sua cantina – ha raccontato l'autore non senza emozione – grazie a lui ho appreso le prime nozioni fondamentali legate al vino. Frequentando i corsi Onav e confrontandomi nel tempo con i produttori locali, ho ritrovato gli stessi valori legati alla convivialità e all'armonia che il mondo dell'enologia racchiude. Con il libro ho realizzato il sogno di raccontare la mia esperienza e il mio attaccamento alla Val di Magra e sono felicissimo per questo riconoscimento”.
“Il vino è un prezioso elemento di comunicazione – ha sottolineato Francesco Corsi di ARTinGenio che ha pubblicato il libro – e l'opera è stata curata con l'intento di valorizzare le tradizioni storiche della zona anche attraverso un significativo impianto fotografico. Lo spirito della casa editrice è infatti quello di promuovere tutto ciò che di geniale c'è in Italia, compresa la cultura enogastronomica”.

Per quanto riguarda il premio, nonostante le inevitabili difficoltà dettate dall'emergenza Covid, questa edizione ha confermato un ulteriore passo avanti con la partecipazione di 29 case editrici e trenta opere fra le quali la giuria ha scelto vincitore e menzioni. “Il nostro sta diventando ormai un premio nazionale – ha osservato Stefano Visconti, presidente della Camera di Commercio di Sassari – questo anche grazie ai comuni di Olbia e Castelnuovo Magra con i quali c'è una collaborazione fattiva e puntuale. Una bella collaborazione fra enti che aggiunge un significato maggiore all'iniziativa, così come la partecipazione del Consorzio di tutela del Vermentino di Gallura. Crediamo fortemente nella viticoltura – ha concluso – perché fa turismo, crea economia e collega i territori”.
“Tenendo viva questa edizione – ha evidenziato invece il sindaco di Castelnuovo Daniele Montebello – è stato dato un segnale importante per il mondo del Vermentino. Per le cantine è stato un anno particolare e pieno di difficoltà visto che le filiere del turismo e della ristorazione sono rimaste a lungo bloccate, per questo l'iniziativa odierna assume un valore ancora più importante”.

Il libro di Trauzzola (acquistabile presso la Mondadori a Sarzana, “La Matita” e tabaccheria “Cidale “ a Castelnuovo) è stato scelto “per aver offerto uno stimolante viaggio sulla bellezza della terra ligure, in particolare la Lunigiana, e delle sue produzioni enologiche, attraverso la narrazione dell'evoluzione delle tecniche di vinificazione e un documentato e coinvolgente percorso di avvicinamento all'analisi sensoriale del vino”.
Le altre menzioni sono andate a: “La contessa del Negroamaro” di Beppe Longo; “Gli eroi bevono vino” (Laterza) di Laura Pepe; “Mare divino” (Armando Curcio Editore) di Andrea Simi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News