Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Luglio - ore 12.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tempo di restyling per i percorsi che conducono ai tesori di Montemarcello

Presentato il progetto da 380mila euro complessivi che riguarderà via De Marchi che porta a Punta Corvo e al punto panoramico. Giampedrone: "Promessa mantenuta con la cittadinanza".

lavori dopo l'estate
Via Don Calisto De Marchi

Sarzana - Val di Magra - Ripristinare senza stravolgere. Questo lo spirito del progetti di riqualificazione infrastrutturale del percorso pedonale di via don Calisto De Marchi a Montemarcello, presentato questa mattina dall'amministrazione comunale con l'assessore regionale alle infrastrutture Giampedrone. L'intervento riguarderà i due tratti del percorso che conducono rispettivamente al suggestivo punto panoramico subito dopo il Relais Golfo dei Poeti, e all'affascinante spiaggia di Punta Corvo.
Il primo lotto riguarda circa trecento metri di tracciato dall'incrocio con la strada carrabile principale fino a dove inizia la roccia nei pressi dello spiazzo col panorama. Avrà un valore di 300mila euro, di cui 285mila erogati da Regione Liguria, tramite il Fondo Strategico Regionale e altri 15mila cofinanziati dal Comune di Ameglia, e partirà entro fine anno per essere completato e reso fruibile prima di Pasqua 2022. Il secondo lotto, che si fermerà invece all'ultima casa prima del sentiero vero e proprio, avrà un costo di 80mila euro – ancora da finanziare – e dovrebbe partire con le stesse tempistiche l'anno successivo, a meno che non vengano individuati in anticipo i fondi che consentirebbero di realizzarlo prima, sempre senza incidere sulla stagione turistica.
Il progetto complessivo – che ha ottenuto l'approvazione della Soprintendenza per i Beni Artistici e Culturali - consiste nella demolizione e rifacimento completo della strada a carattere prevalentemente pedonale via don Calisto de Marchi, dissestata in molti tratti e nell’installazione di un nuovo e potenziato impianto di illuminazione. Dato che la strada riporta i tratti tipici delle pavimentazioni liguri e attraversa una zona di grande pregio, da un punto di vista architettonico e paesaggistico, verrà ricostruita mantenendo le caratteristiche originali in stile “genovese”. Allo stesso tempo si provvederà a realizzare un impianto di illuminazione raso terra, in modo da esaltare il percorso pedonale ed i muri a secco perimetrali. Il materiale naturale presente lungo in percorso verrà mantenuto.

“Abbiamo attinto al fondo strategico perché per noi il recupero di questi borghi è fondamentale, sempre con l'obiettivo di ripristinare senza stravolgere l'esistente – ha affermato l'assessore regionale Giampedrone – questa è una via di altissimo pregio ambientale che ha anche un valore importante per i residenti. Era un impegno che Regione Liguria aveva preso con il Comune di Ameglia e che ha mantenuto. Ci impegniamo già da ora a reperire le risorse per il secondo lotto, così da completare nel più breve tempo possibile l'intera opera. Ci fa molto piacere contribuire alla valorizzazione di uno dei percorsi più belli e incontaminati della regione, operazione che rientra perfettamente nella strategia di Regione Liguria: esaltare, con le loro peculiarità, i nostri borghi storici".

“Manteniamo la promessa fatta alla cittadinanza – ha aggiunto l'assessore comunale Bernava, presente con il presidente del consiglio Bernardini - la nuova strada sarà finalmente riqualificata e illuminata. Si tratta del terzo progetto che chiudiamo sul borgo con la riqualificazione di piazza XIII Dicembre e il rifacimento della porta lato Ameglia il cui progetto è pronto da appaltare con 150mila euro del Comune. Per quanto la strada l'obiettivo è di appaltarla prima della chiusura del mandato per poi partire ad ottobre con i lavori”.
“Il rifacimento era necessario – ha concluso il progettista, architetto Gaspare Chiodo – ci siamo confrontati sulla pavimentazione da scegliere e il tipo di illuminazione da utilizzare che sarà “segna passo” che sarà adeguata ma non fortissima”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News