Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 08 Maggio - ore 13.13

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La Cassazione dà ragione al Lunense, il tributo di bonifica è dovuto

Ribaltato il pronunciamento della Commissione tributaria regionale.

15mila consorziati
Pista ciclabile del Canale Lunense

Sarzana - Val di Magra - Il tributo di bonifica applicato dal Canale Lunense è una prestazione dovuta. Lo ha stabilito una sentenza della Corte di Cassazione dando ragione al Consorzio di Sarzana, bocciando l’istanza con la quale un privato, proprietario di terreni nel comprensorio consortile, ne chiedeva la cancellazione. La Suprema Corte ha accolto il ricorso dell’avvocato Arcangelo Guzzo dello Studio Compagno di Roma, ribaltando il precedente pronunciamento della Commissione tributaria regionale della Liguria e confermando la correttezza della procedura adottata dal Consorzio nell’applicazione dei tributi. "Tributi - si legge in una nota diffusa da Via Paci - da versare sulla base di un piano di classifica, giustificato in ragione del beneficio che i proprietari di immobili, per lo più di terreni e fabbricati, traggono dall’attività di costante manutenzione da parte del Canale Lunense nel comprensorio consortile. La Cassazione ha inoltre evidenziato che compete al proprietario dimostrare l’eventuale mancanza di beneficio dall’attività del Consorzio. In definitiva ha ribadito che per un immobile all’interno del comprensorio consortile, quando esiste un piano di classifica approvato, l’imposizione dei tributi è legittima".

Le entrate tributarie del Canale Lunense per le manutenzioni dei colatori di bonifica e della rete irrigua sono attorno al milione e mezzo, somma ripartita tra circa 15mila consorziati, ricadenti in un comprensorio, esteso in Val di Magra, e parzialmente a Lerici, Aulla, Fosdinovo, e, per una piccola porzione, Carrara. Dal Consorzio, infine, ricordano che i giorni di apertura al pubblico, nel rispetto delle norme anti contagio, sono il martedì e il giovedì dalle 9.00 alle 12.00. Mentre è possibile chiedere un colloquio con il presidente dell’ente, ingegner Francesca Tonelli, per il sabato dalle 9.00 alle 12.00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News