Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Maggio - ore 20.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il ministro Orlando visita Arcola nel giorno della Liberazione

l'incontro
Il sindaco di Arcola Paganini e il ministro Orlando

Sarzana - Val di Magra - Il ministro del Lavoro Andrea Orlando ha partecipato alle iniziative dedicate alla Liberazione organizzate dal Comune di Arcola. A renderlo noto è proprio il ministro con un lungo post dedicato al 25 aprile nel quale si legge: "Per il secondo anno festeggiamo la nostra Liberazione purtroppo senza manifestazioni e feste di popolo. Con il Comune di Arcola, terra fiera, libera e solidale della mia provincia, e la sua sindaca, Monica Paganini, abbiamo voluto celebrare la giornata del 25 aprile deponendo un fiore alla targa che ricorda Ugo Muccini".
"Ugo Muccini non è stato un partigiano, non ne ha avuto il tempo - prosegue il ministro -. In val di Magra e nello spezzino è stato un importante esponente antifascista, responsabile di Zona della Federazione Giovanile Comunista clandestina, quando il Regime era ancora fortissimo nei consensi, per questo braccato dalla polizia segreta di Mussolini dovette espatriare, arrivando in Francia nel 1936. Da lì, allo scoppio della Guerra di Spagna, si unì subito alle Brigate Internazionali a difesa della Repubblica. Sono da leggere le pagine del suo diario sui mesi in Guerra contro Franco, nella Centuria “Gastone Sozzi”. Quando la Guerra di Spagna volge verso la sconfitta delle forze Repubblicane, soverchiate dei franchisti sostenuti da Hitler e Mussolini, Ugo Muccini viene ucciso in combattimento, nella battaglia più lunga e sanguinosa della Guerra di Spagna, quella dell’Ebro. Muccini muore in Spagna il 13 Settembre 1938, a 28 anni".
"Ma l’eco del suo eroismo non si spense, nella sua terra ha continuato ad essere un ispiratore per gli antifascisti prima e per la Resistenza poi - si legge ancora -. Quando finalmente gli antifascisti si organizzarono e crearono le brigate partigiane, nacque la Brigata Partigiana garibaldina “Ugo Muccini”, che operò in Val di Magra, ma anche nel Parmense e a cavallo con la Provincia di Massa, liberando molta parte del nostro territorio dal giogo nazifascista ed entrando poi a Sarzana il 23 Aprile liberandola. Il nome di Muccini e il suo eroismo hanno continuato a essere portatori di libertà anche molti anni dopo la sua morte e ancora oggi ne sono ispiratori. Buona Festa della #Liberazione all'Italia, buona Festa della Liberazione a tutte e tutti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News