Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Luglio - ore 16.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Futuro di Marinella, Cgil: "Serve lavoro di qualità, vogliamo essere coinvolti"

Ghiglione e Comiti davanti all'ex colonia Olivetti: "Favorevoli a nuovo resort ma si tenga conto delle esigenze del territorio. Da novembre chiediamo convocazione del tavolo del lavoro ma senza risposte".

"chiediamo contrattazioen d'anticipo"
Luca Comiti e Lara Ghiglione

Sarzana - Val di Magra - “Non siamo disposti a stare in panchina ed essere spettatori degli eventi, vogliamo che la qualità del lavoro sia un tema centrale e che le parti sociali siano coinvolte in una contrattazione di anticipo sia su Marinella che Sarzana”. Lo hanno detto questa mattina Lara Ghiglione e Luca Comiti, rispettivamente segretaria generale della Cgil spezzina e segretario provinciale Filcams Cgil, nella conferenza stampa indetta di fronte al cancello dell'ex Colonia Olivetti, da poco acquisita dal gruppo Bulgarella per la realizzazione di un resort, e il cui cancello risulta ancora chiuso con una semplice stringa rendendo accessibile a chiunque la struttura. Un luogo non casuale visto il progetto per la realizzazione di un resort di lusso che avrà un impatto su tutto il territorio, ma anche per l'intenzione del Comune di intercettare i 15 milioni per la riqualificazione di tutto il borgo.

“Siamo assolutamente favorevoli al nuovo resort – ha proseguito Ghiglione – più volte Cgil ha chiesto una struttura ricettiva di alta qualità, ma chiediamo che si tenga conto delle esigenze dei lavoratori e del territorio, che vengano comunicati tempi e modalità di costruzione e che si dia attenzione ai lavoratori e alle aziende locali. Le parti sociali al momento non sono state ancora coinvolte nel ragionamento ma è necessario pensare insieme a un modello complessivo di sviluppo dopo l'emergenza, che tenga conto anche del piano spiagge, del borgo e dei servizi ai cittadini per un nuovo percorso di condivisione”.
“La contrattazione d'anticipo per noi diventa fondamentale – ha sottolineato Comiti – avremmo anche piacere a incontrare i nuovi soggetti per non rischiare di trovarci ad affrontare situazioni già viste. Sappiamo che non si possono vincolare le aziende ad assumere ma se governiamo i processi possiamo avviare anche percorsi di formazione con gli inoccupati della tenuta e della zona. Il tavolo del lavoro più volte rivendicato dall'amministrazione di Sarzana deve essere rilanciato, da novembre sollecitiamo la sua convocazione ma senza risposte. Manca completamente la contrattazione anche sulle nuove aperture, una fase in cui invece la qualità del lavoro deve diventare centrale”.
“Ci viene il sospetto che queste siano più operazioni speculative che non per dare risposta ai bisogni occupazionali e alla qualità del lavoro. Vogliamo dare un impulso – ha concluso Ghiglione – dopodiché proveremo a coinvolgere cittadini e istituzioni. Ci auguriamo di essere convocati per iniziare un percorso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News