Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Maggio - ore 20.16

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Lavori al campo sportivo non sono stati fermati dal ricorso"

Intervento di riqualificazione del "Turiddu Marchini" bloccato anche per la rimozione di sottoservizi Acam ed Enel. Montebello: "Riprenderemo a breve, ci sarà un solo palo dell'illuminazione".

a castelnuovo magra
Il campo sportivo di Castelnuovo Magra

Sarzana - Val di Magra - “I lavori al campo sportivo non sono stati sospesi a causa dell'esposto presentato ma per la presenza nel terreno di sottoservizi Acam ed Enel”. Lo afferma il sindaco di Castelnuovo Magra Daniele Montebello in merito agli interventi di riqualificazione del “Turiddu Marchini” di Colombiera, dove sono ancora fermi gli interventi di riqualificazione avviati dal Comune grazie al finanziamento da 680mila euro ottenuto dal Credito Sportivo.
A marzo infatti il direttore lavori aveva disposto la sospensione della prevista demolizione del muro lato sud, la realizzazione dell'impianto di drenaggio e la posa del manto sintetico fino alla rimozione delle interferenze date dai cavi per l'alimentazione delle antenne telefoniche e la quota dell'acquedotto Acam. A questo primo intoppo si era poi aggiunto il ricorso presentato dall'esponente dell'opposizione Maria Luisa Isoppo (Noi per Castelnuovo) ad Autorità di bacino e Difesa del suolo della Regione Liguria, in merito ai potenziali pericoli derivanti dalla vicinanza del canale della Ceretta (che conflusice nel San Lazzaro).

“L'Autorità di bacino – spiega il sindaco – ci ha risposto di non essere competente in materia rimandando tutte le verifiche agli uffici comunali mentre la Difesa Suolo ha posto l'accento sulla distanza fra argine e pali dell'illuminazione. Proabilmente – aggiunge – arriveremo ad averne uno solo, più alto e più forte, alla distanza prevista. La norma infatti concede la demolizione e ricostruzione dell'esistente ma le modifiche necessarie sarebbero intese come una nuova costruzione”.
“Quanto alla stazione di pompaggio – spiega ancora Montebello – in tutti questi anni non ha mai dato problemi ma in caso di guasto costringerebbe a togliere il manto sintetico, quindi si è scelto di spostarla senza dove intervenire di nuovo in futuro. I tecnici di Acam ed Enel ci stanno lavorando e quanto prima contiamo di proseguire anche con il resto dei lavori. L'obiettivo è quello di avere il campo finito per il 31 luglio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News