Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Giugno - ore 20.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Il passo indietro di Peracchini conferma i dubbi sul digestore"

dal comitato vivere bene la macchia
Ponte della Macchia

Sarzana - Val di Magra - "In questi ultimi tre anni il progetto di ReCos / Iren per la realizzazione di un digestore anaerobico in loc. Saliceti è stato una delle vertenze che ha particolarmente animato il dibattito politico locale, e questo è innanzitutto un merito della popolazione dei territori direttamente interessati che ha saputo esprimere il malcontento, manifestando il proprio dissenso per quello che ritiene essere un vero scempio per un territorio già pesantemente compromesso da numerose criticità, nonché un ingiustizia per tutta la provincia.
Abbiamo portato avanti questa battaglia sotto tutti i fronti mettendo in evidenza le diverse violazioni nella procedura di approvazione del sito, la vulnerabilità del sito stesso, l'assurdità dell'eccessivo quantitativo di rifiuto organico da trattare, i danni ambientali ed i rischi per la salute della popolazione.
Finalmente, il passo indietro effettuato dal presidente Peracchini durante l' ultimo consiglio provinciale, conferma la fondatezza delle nostre ragioni.
Ma vogliamo essere chiari e ci preme farlo fin da subito. Il fatto che il presidente Peracchini si sia da ultimo orientato verso la 'revisione' dei quantitativi da trattare nell'impianto, non é assolutamente sufficiente per fermare la nostra battaglia.
Lo diciamo in modo semplice: il sito di Saliceti non é idoneo né per un nuovo biodigestore più piccolo né per un eventuale ampliamento dell'impianto già presente.
Saliceti, e così la provincia Spezzina, compie già la sua parte nel ciclo dei rifiuti ospitando l' impianto per il trattamento meccanico-biologico (TMB) di rifiuti indifferenziati con una potenzialità produttiva autorizzata massima di 105.000 t/anno a fronte di un fabbisogno provinciale pari a circa 38.500 t/anno. Gran parte dei rifiuti indifferenziati trattati proviene da Genova e dal Tigullio, quindi si smetta una volta per tutte di tirare fuori lo spauracchio della discarica di servizio se non accettiamo il biodigestore, perché se é pur vero che la Spezia non ha una discarica di servizio, al contempo Genova non ha un impianto per il pretrattamento dell'indifferenziato, inoltre ricordiamo che la nostra provincia é la più virtuosa della Regione in termini di raccolta differenziata (oltre il 70%) e non merita di essere anche presa in giro con questi ricatti infondati.
Il sito di Saliceti non si sposta magicamente, rimane a pochi metri dall'area del Parco Montemarcello Magra.
Il rischio di inquinamento della falda acquifere collegata ai pozzi di Fornola che forniscono acqua potabile ad un utenza di 150mila cittadini non svanisce con un biodigestore più piccolo.
Le specie faunistiche e botaniche tipiche dell' habitat fluviale rimangono comunque in pericolo.
Chiarito questo concetto, pensiamo che la strada più corretta da seguire sia quella che continuiamo a ripetere da anni: individuare un nuovo sito, valutare altri tipi di tecnologia alternativa ai biodigestori, modellare il quantitativo di rifiuto da trattare in base al fabbisogno provinciale.
In questo senso rivolgiamo un nuovo appello ai sindaci di Santo Stefano e Vezzano per dar il via ad un lavoro comune con i sopra elencati obbiettivi da raggiungere. Un appello che ci piacerebbe fosse accolto anche dagli altri sindaci della provincia, nonché dalla nuova presidente del Parco Montemarcello Magra Vara, dott. ssa Eleonora Landini. Inoltre, invitiamo la popolazione a tenere alta l'attenzione su questo tema in un momento così delicato. Ci sarà bisogno dell'aiuto di tutti per bloccare la costruzione del biodigestore a Salicet"i.

Comitato Vivere Bene La Macchia, Santo Stefano di Magra

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News