Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 05 Agosto - ore 21.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Digestore, niente lavori fino a gennaio"

La sindaca di Santo Stefano, Paola Sisti, interviene in consiglio comunale. La prossima settimana incontro pubblico al Due Giugno organizzato da comitati e associazioni. Ugolini (M5S) chiede audizione attivisti in Commissione regionale.

"Accordo tra le parti"

Sarzana - Val di Magra - “Di fatto, è come se Recos abbia accettato la sospensiva”. Così oggi pomeriggio in consiglio comunale la sindaca di Santo Stefano, Paola Sisti. Interpellata a inizio seduta dal consigliere Angelo Zangani in merito al recente passaggio (mercoledì scorso) al Tar della vicenda biodigestore di Saliceti, la prima cittadina ha affermato che “si doveva decidere della sospensiva, ma le parti – cioè i Comuni e i privati ricorrenti e Recos – hanno trovato un accordo, cioè non discutere della sospensiva ma di fatto non procedere con i lavori, in attesa che il Tar si pronunci nel merito dei ricorsi contro l'autorizzazione”. Merito che sarà affrontato il 12 gennaio 2022: “Fino a quella data i lavori saranno fermi”, ha detto la sindaca.

Intanto il mondo dell'attivismo locale prosegue il suo 'no' alla realizzazione dell'impianto. “Crediamo che tutti i partiti debbano mettersi una mano sulla coscienza e ripensare un progetto assurdo: antieconomico per la collettività, devastante per l’ambiente”, scrivono Comitato No Biodigestore Saliceti, Comitato Sarzana, che botta!, Acqua Bene Comune, Cittadinanzattiva e Italia Nostra nella nota con cui invitano politici e rappresentanti delle istituzioni a livello nazionale e locale a un confronto pubblico venerdì 23 luglio alle ore 21.00 al Parco Due Giugno di Ponzano Belaso.

E il consigliere regionale Paolo Ugolini, esponente spezzino del Movimento cinque stelle, avanza una richiesta: “Le ultime novità emerse in merito al progetto del biodigestore di Saliceti - scrive in una nota - necessitano di chiarimenti e ritengo dunque che si debba dare voce a tutte le parti interessate. Ho dunque chiesto al presidente della IV Commissione consiliare di audire i comitati e le associazioni che da anni si battono per salvaguardare il territorio e la salute dei cittadini. Oltre ai sindaci di Vezzano Ligure e Santo Stefano Magra, nella prossima seduta di Commissione vanno auditi: No Biodigestore Saliceti, Sarzana che Botta!, Italia Nostra, Cittadinanzattiva, Legambiente Spezia, Acqua Bene Comune e il Comitato Vivere La Macchia” Ma insomma: chi vive e lavora in quei territori avrà o no diritto di essere ascoltato e di dire la sua? A Toti piacerebbe che un bel giorno qualcuno costruisse dietro casa sua un biodigestore con le stesse caratteristiche di Saliceti, ammorbando l'aria che respira e inquinando l'acqua che beve?”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News