Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 30 Luglio - ore 16.25

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Ameglia potrebbe interrompere rapporto ambiguo col Parco"

Il presidente uscente Tedeschi sulle parole del candidato Ciri: "Apertura importante verso rapporto di collaborazione con l'ente".

Pietro Tedeschi

Sarzana - Val di Magra - "A conclusione del mio mandato durato cinque anni, vorrei fare alcune considerazioni, anche alla luce di notizie recenti che mi hanno particolarmente gratificato". Così il presidente uscente del Parco di Montemarcello Magra Vara Pietro Tedeschi, che spiega: "La prima riguarda la valutazione di un importante esponente regionale Davide Natale, presidente della commissione regionale per la valutazione dei programmi sul PNRR, che con una lucida analisi sul grande problema delle biomasse spiaggiate ha sostenuto la necessità di passare dalla costante gestione dell'emergenza alla necessità della programmazione strutturale della pulizia degli alvei sia primari che secondari.
In questa sua valutazione ha valorizzato il progetto presentato dal parco “pulizia dei fiumi, gestione delle biomasse, sicurezza del territorio” che abbiamo presentato sia alla Regione che al ministero della transizione ecologica, che risponde espressamente al dato della programmazione e prevenzione territoriale, passando dalla gestione dell'emergenza a quella della prevenzione ambientale".
"La seconda - aggiunge Tedeschi - riguarda la presentazione del candidato del centro destra alle amministrative di fine estate ad Ameglia: Mauro Ciri e le sue chiare dichiarazioni di forte apertura verso il Parco (QUI) e la necessità di ristabilire un corretto rapporto di collaborazione tra comune ed Ente. Questa impostazione trancia di colpo un rapporto ambiguo sempre tenuto dall’attuale amministrazione e soprattutto dall’attuale sindaco, che in modo subdolo ha tentato in tutti i modi di sabotare il ruolo ed il peso del Parco; ricordo lo sgambetto sulle convenzioni non rinnovate sull’orto botanico e sulla batteria Chiodo, per lasciarle poi abbandonate, ed ancora, l'unico sindaco della Comunità in accordo sulla proposta di abrogazione avanzata in Regione.
Ora con le dichiarazione del candidato Ciri si apre la possibilità di un confronto importante e, se verrà eletto, di una possibile ripresa e ruolo di un comune non secondario sulle tematiche ambientali del parco, il fiume e la sua foce, i versanti malati, le darsene da riambientalizzare, le sponde da far ritornare fruibili per i cittadini, la valorizzazione storica e culturale. Due prospettive - conclude Tedeschi - interessanti per poter dire di lasciare un Parco in salute e protagonista del futuro ambientale del nostro territorio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News