Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Giugno - ore 21.49

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Maestri e scuole di sci, soddisfazione per i sostegni del Decreto Ristori

Cerreto Laghi

Lunigiana - AMSI - Associazione Maestri Sci Italiani e Col.Naz. - Collegio Nazionale dei Maestri di Sci Italiani, a nome degli oltre 15.000 Professionisti della Neve e le oltre 400 Scuole esprimono soddisfazione nel prendere atto della conversione in legge del DL 41/21 cd Decreto “Sostegni” dopo il voto di fiducia alla Camera dei Deputati intervenuto nella serata del 19 maggio 2021.
Nell’art. 2, comma 2, ai Maestri e alle Scuole di sci, è stata riconosciuta una provvista complessiva di 40 milioni di euro da ripartirsi, attraverso le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, in proporzione al numero dei Maestri di sci iscritti in ogni Collegio territoriale.
Tale importante riconoscimento, qualifica la categoria come un attore prioritario e sostanziale dell’economia turistica montana e, oltre a ristorare, seppur in parte, le gravissime perdite subite a causa della chiusura degli impianti nei comprensori sciistici, evidenzia in modo indelebile e rappresentativo il peso e il ruolo dei maestri di sci in Italia. Ne è anche prova il fatto che i Presidenti di AMSI e Col.Naz. siano stati recentemente chiamati a far parte del Tavolo Tecnico Scientifico Nazionale per la Montagna (TTS), costituito per elaborare e successivamente implementare una Strategia Nazionale delle Montagne Italiane e promosso dal Ministero per gli Affari Regionali e le Autonomie.
AMSI e Col.Naz. intendono esprimere il proprio ringraziamento a tutte le Istituzioni coinvolte che hanno reso possibile questo importantissimo risultato, a partire dal Ministero del Turismo, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Ministero per gli Affari regionali e le Autonomie, la Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato le Regioni e le Province Autonome ed a seguire le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano.
Nondimeno uno speciale ringraziamento a tutti i Deputati e Senatori di tutti gli schieramenti che hanno voluto onorarci del loro sostegno, i quali sia nelle commissioni che successivamente nei lavori d’aula, hanno continuamente sorretto e rinforzato uno schema di sostegno, ispirato alla logica del fare, che ha visto mettere al primo posto la necessità di supportare la montagna e con essa i Maestri e le Scuola di sci italiane.
Questo importante riconoscimento economico per il settore dei Maestri di sci e Scuole di Sci ora entra nella fase “attuativa” attraverso l’impegno delle Regioni e delle Province autonome di Trento e di Bolzano, le quali con il supporto delle Nostre sedi territoriali siamo certi sapranno individuare giusti e progressivi criteri di riparto affinché l’impegno profuso possa tradursi in un concreto, valido e determinante soccorso ai professionisti della neve.
AMSI e Col.Naz. hanno altresì inviato al Governo un prospetto operativo con il quale poter orientare gli Enti deputati alla ripartizione affinché si creino i presupposti per delineare una distribuzione equa, progressiva e basata su macro-criteri unitari, da applicarsi in tutte le Regioni e Provincie Autonome, sulla scorta della specificità di ogni territorio e realtà locale.
Il Presidente Cuc e il Presidente Bonelli intendono esprimere soddisfazione per il risultato conseguito che fonda le proprie radici su quello spirito di collaborazione, di lavoro e di progetti che ha contraddistinto l’azione degli Organi direttivi dei due Enti. Uno speciale ringraziamento a tutti coloro che si sono adoperati con incessante e costante impegno come a tutti i Maestri e Scuole di sci che, in questi difficili mesi, ci hanno fatto sentire il loro appoggio e sostegno e nei quali AMSI e Col.Naz. hanno trovato una fonte inesauribile di forza, responsabilità e senso del dovere. Seppur in talune occasioni abbiamo dovuto prendere atto sommessamente di alcune prese di posizione quantomeno fuori logo, se non inopportune, al solo scopo di conquistare consensi, non ci siamo fatti coinvolgere preferendo la misura, il pragmatismo e la moderazione che si deve nei rapporti con le Istituzioni, con le quali continueremo ad operare nel solo interesse dei Maestri e delle Scuole di sci italiane.
Chiusa la partita dei sostegni a livello nazionale, AMSI e Col.Naz sono già al lavoro per la prossima stagione per la quale chiediamo sia definita una strategia globale e di ampio respiro che consenta ai Maestri e alle Scuole di sci di poter finalmente riprendere a lavorare in sicurezza e, con un piano autorevole e qualificato ad affrontare, proattivamente, eventuali situazioni di contingenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News