Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Luglio - ore 22.27

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Musica, visite e incontri con il Festival MutaMenti

Apre la rassegna il Gramelot Trio, di scena al Fosso di Fosdinovo.

Gli appuntamenti
My Folks

Lunigiana - Un weekend (18, 19, 20 giugno) imperdibile per gli amanti della musica jazz, e non solo, quello che segna l'ultima settimana della seconda sessione 2020 del Festival MutaMenti, sessione rimandata a dicembre a causa dell'emergenza Covid e recuperata a pieno ritmo in questi fine settimana di giugno 2021 grazie al contributo della Fondazione Carispezia attraverso il bando “Cultura in Movimento” e grazie a tutti i sostenitori pubblici e privati che da anni credono in questo festival provinciale itinerante.
Si parte il 18 giugno da Fosdinovo, piazzale il Fosso, con il concerto del GRAMELOT TRIO guidato da Simone Guiducci alla chitarra accompagnato dai grandissimi compagni di viaggio: Fausto Beccalossi alla fisarmonica e Achille Succi al clarinetto. Enzo Pavoni su JAZZMAGAZINE definisce il trio “una delle ricchezze musicali più interessanti del panorama jazzistico nazionale” ed è davvero dato certo questo segnato da Pavoni se si considera anche il successo nazionale ed internazionale di questa formazione e le collaborazioni con personaggi del calibro di Erik Friedlander, Ralph Alessi, Don Byron e Gianluigi Trovesi.
Il 19 giugno giornata ricchissima. Fin dalla mattina tante le attività collaterali alla scoperta di Pontremoli accompagnati da SIGERIC e poi nel pomeriggio, alle 18.00 presso il chiostro della Chiesa SS.Annunziata, MutaMenti incontra Con-vivere: Silvia Mascheroni, ricercatrice nell’ambito della storia dell’arte contemporanea, dell’educazione al patrimonio culturale e della didattica museale, presenta Mi sta a cuore Patrimonio culturale e il prendersi cura. Una conferenza che rientra nel programma del prima (e) dopo Con-vivere festival promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara e che propone un ribaltamento di prospettiva: il tema infatti non è la cura e la conservazione del patrimonio culturale, ma quanto e come il patrimonio sia risorsa per il benessere.
Un tema caro quello del benessere al Festival MutaMenti che alle 21.00, sempre nel chiostro della SS. Annunziata, si “prenderà cura” del pubblico con un concerto del trio di Salvatore Maltana, musicista e compositore algherese di straordinaria bravura e sensibilità.
My folks è il titolo dello spettacolo e dell'omonimo cd di Maltana che si presenta con una formazione atipica, ma di straordinario pregio che lo vede affiancato da Max De Aloe all'armonica cromatica e da Marcello Peghin alla chitarra.
Uno spettacolo sospeso tra world-music e jazz per una musica che respira di nostalgie, atmosfere sognanti e a tratti malinconie, echi di Mediterraneo. Racconta Salvatore Maltana: “MY FOLKS è davvero il ricordo dei miei cari (...) tutto quello che improvvisavo e trascrivevo sul pentagramma mi riportava alla mente i giochi, il profumo della spremitura delle olive che arrivava dal frantoio vicino che riempiva i pomeriggi autunnali o le sere d’inizio estate passate a sentire le storie dei vecchi e le risate di noi bambini all’interno del “corral”.
Chi mai ha pensato a Massa come città legata alla musica? A guidarvi alla scoperta di questo universo parallelo della città, attraverso strade e palazzi del centro storico, sarà il 20 giugno Antonella Manfredi, dell'associazione Controvento trekking & storia, con Massa in contrappunto. Un percorso di Trekking urbano che partirà alle ore 18.00 da piazza Mercurio, per arrivare alle 19.30 al castello Malaspina dove il Punto Ristoro Arlò presenterà una degustazione di vini della società agricola Beatrice.
Alle 21.00 il castello Malaspina ospiterà un quartetto d'eccezione: Emanuele Cisi quartet. Affiancato da Eleonora Strino, chitarra e voce, Marco Micheli, basso e Enzo Zirilli , batteria, percussioni. Il grande sassofonista presenta un nuovo progetto “Distanza”: una parola prepotentemente entrata nel nostro lessico quotidiano, fulcro attorno al quale si sviluppa un suo nuovo progetto discografico. Anomalo quanto lo è la contemporaneità in cui nasce. Un progetto realizzato su una barca a vela e presentato in una cornice speciale, quella del Castello Malaspina di Massa.

Importantissime le prenotazioni per i concerti, per l'appuntamento di convivere e per le attività collaterali. I riferimenti:
per prenotazione concerti https://www.istitutovalorizzazionecastelli.it/mutamenti/modulo-prenotazione/
per prenotazione evento con_vivere https://www.istitutovalorizzazionecastelli.it/mutamenti/modulo-prenotazione-3/
per attività collaterali
https://www.istitutovalorizzazionecastelli.it/19n-giugno-ore-10-00/
https://www.istitutovalorizzazionecastelli.it/19-giugno-ore-15-00/
https://www.istitutovalorizzazionecastelli.it/20-giugno-ore-18-00/

Per informazioni scrivere a mutamenti@istitutovalorizzazionecastelli.it oppure contattare il 3203306197 o il 3280734643
Costo biglietto concerti € 7,00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News