Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Maggio - ore 08.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pari Opportunità, una rete comprensoriale per la Lunigiana

Da un’idea di Marina Pratici l’appello a tutti i Comuni lunigianesi per un’azione congiunta e più efficace nel contrasto alla violenza di genere.

incontro ad aulla
Pari Opportunità, una rete comprensoriale per la Lunigiana

Lunigiana - Si è svolta ieri pomeriggio, presso la sala consiliare del Comune di Aulla, la conferenza stampa dedicata alla creazione di una rete comprensoriale per le Pari Opportunità che coinvolga tutti i Comuni lunigianesi, per il tramite delle titolari della Delega alle Pari Opportunità, nella lotta congiunta alla violenza di genere, in ogni sua forma e declinazione.
Un’iniziativa fortemente voluta da Marina Pratici, delegata alle Pari Opportunità e alla Cultura del Comune di Aulla, che ha esposto le ragioni dell’importanza della creazione di tale organo per la Lunigiana, con l’obiettivo di porre in essere iniziative e progetti che avrebbero, in questo modo, ricaduta e valenza non solo comunale, ma comprensoriale. Una strategia che punta al rafforzamento dei progetti individuali implementati in questo ambito dalle singole amministrazioni, per realizzare azioni corali tese a tracciare una mappatura reale dei bisogni del territorio e ad evidenziare fragilità in vista di un intervento delle istituzioni – ove si renda necessario – attraverso gli organi competenti.



A questo proposito, nel corso della conferenza sono intervenute la Presidente e la Vicepresidente della Consulta delle Donne, Sabrina Erta e Marusca Bonini, che coadiuvate dagli esperti Simona Adorni, psicoterapeuta, e Massimiliano Compagnone, psicologo, hanno annunciato l’imminente attivazione di un ciclo di appuntamenti di cui gli esperti stessi si renderanno protagonisti, andando a stimolare i più giovani – i veri depositari del futuro – direttamente nei loro luoghi di socializzazione (al netto delle limitazioni in parte ancora vigenti a causa dell’emergenza epidemiologica) per sensibilizzarli al confronto sulle tematiche di genere. Un’educazione al dialogo, e per tramite di esso, al buono, al bello, che in un’era divisiva dominata da bolle di filtraggio – gabbie ideologiche e culturali, purtroppo nell’ultimo anno favorite dal distanziamento sociale ed esasperate dall’ overload informativo conseguente al massiccio ricorso ai canali digitali, spesso veicolo di modelli sbagliati – possa rischiarare l’abisso interiore che, latente o manifesto, alberga in molti adolescenti (e non solo), innescando manifestazioni di aggressività – verbale, fisica o psicologica – a danno dei più svantaggiati o vulnerabili.

Un messaggio chiaro e coeso, lanciato da Marina Pratici e condiviso da tutte le delegate alle Pari Opportunità intervenute, teso a promuovere ed a valorizzare la cultura quale strumento per eccellenza di contrasto all’odio e alla violenza, che coniugata ad azioni concrete possa lavorare sulle fragilità più incrostate nella nostra società contribuendo alla costruzione di identità che riconoscano nell’accoglienza delle differenze e delle diversità un’occasione di crescita e di arricchimento. A ciò tende massimamente l’evento di arte letteraria, di respiro internazionale, di cui Marina Pratici è organizzatrice e che la stessa ha introdotto in seno alla conferenza, annunciandone la programmazione dal 21 al 28 novembre 2021: il Canto di Dafne, già nota rassegna per il territorio aullese, e non solo, in grado di intercettare significativi flussi di turismo culturale, per la cui prima edizione post-pandemica si preannuncia un’occasione di visibilità e attestazione per la rete comprensoriale lunigianese per le Pari Opportunità appena costituita.

In prima fila nel sostegno all’evento, la ProLoco di Aulla, che assieme ad altre realtà associative operanti sul territorio sarà a fianco degli organizzatori in un percorso di avvicinamento denominato “Aspettando il Canto di Dafne”, articolato in una serie di appuntamenti a carattere sociale e culturale, già a calendario a partire dal mese prossimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News