Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 07 Maggio - ore 12.19

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Aulla celebra la festa della Liberazione

25 aprile
Aulla celebra la festa della Liberazione

Lunigiana - Il Comune di Aulla, l’A.N.P.I Sezione Intercomunale di Licciana Nardi, Aulla, Comano, Podenzana, l’Associazione Nazionale Mutilati Invalidi di Guerra e Fondazione Sezione di Aulla organizzano, domenica 25 aprile, alle 16 al Monumento ai Caduti in Piazza Gramsci ad Aulla, organizzano la cerimonia della Festa della Liberazione, nella ricorrenza del 76mo anniversario.
L’evento sarà introdotto dalla delegata comunale alla Memoria, Marina Pratici, e vedrà i saluti del sindaco di Aulla, Roberto Valettini, i contributi delle Autorità civili e militari presenti e l’intervento del presidente dell’A.N.P.I. intercomunale Luigi Leonardi.
"A impreziosire la giornata - si legge in una nota -, i quadri, dedicati ai valori memoriali, dell’artista montignosino Marcello Podestà, noto, oltre che per le tante mostre, per aver donato due sue opere, “Per non dimenticare” e “La Memoria”, al Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella e al Presidente della Repubblica Federale di Germania Frank Walter Steinmeier, in occasione della loro visita a Fivizzano ( MS ) nel 75mo anniversario degli eccidi compiuti dal nazifascismo durante la Seconda Guerra Mondiale. Ogni giorno è necessario ricordare il valore della Resistenza mirante alla Repubblica e alla Costituzione, oltre alla Liberazione del Paese dal giogo nazifascista. Fondamentale fu l’apporto delle formazioni partigiane agli eserciti alleati i quali, in un territorio sconosciuto, poterono contare sull’aiuto degli uomini della Resistenza e di molti civili. Ed è assolutamente vero che gran parte della popolazione lunigianese, pur provata dalle tragedie della guerra, da miseria, privazioni e bombardamenti, accolsero, nascosero e sfamarono militari americani, inglesi, russi.. nelle loro abitazioni a rischio della vita".
"E anche questa è Resistenza - si legge ancora nella nota diffusa dal Comune di Aulla. E a proposito di bombardamenti, Aulla, medaglia d’oro al merito civile, fu tra i comuni della Lunigiana, quello più colpito. Qui possiamo ricordare quello più cruento del 1° dicembre 1944, conosciuto come il bombardamento della Filanda: 33 vittime di cui Franca Fiasella, una bimba di nove anni. Ma non da meno fu quello del 18 maggio, con 22 morti; e poi Albiano, Pallerone: in totale 139 vittime civili".
"Il comune di Aulla fu teatro di duri scontri dove giovani armati di coraggio e amor di Patria si resero martiri con il loro sacrificio - si legge -. Leonardo Umile, 25 anni, commissario politico della IV^ Btr. Apuana, fucilato a Bigliolo il 7 aprile 1945, medaglia d’oro al v.m.; Luciano Gianello, medaglia d’argento al m.c., entrato nella I^ Btr Cisa a 18 anni, morirà il 22 novembre 1945 ad Aulla per lo scoppio di una mina che stava disinnescando; Lino Parodi, 23 anni, medaglia d’argento alla memoria, morì in combattimento contro tedeschi il 24 luglio 1944 a Cànova. La formazione di cui faceva parte prese il suo nome. A Cànova, proprio il 24 luglio, si consumò una strage di civili partita lo stesso giorno con la morte di 4 persone, per continuare fino al 21 agosto con altre 6 vittime. Ancora Aulla subì la morte di un suo figlio, Luigi Amedeo Giannetti, caduto a 21 anni sul monte Barca nel comune di Bagnone, in uno scontro con decimini del Btg. Lupo".
"In questa giornata non si può non ricordare chi ha dedicato alla memoria di questa parte di storia decenni di lavoro: il prof. Giulivo Ricci. Il patrimonio che ci lascia è una gigantesca mole di informazioni raccolta nelle sue numerose pubblicazioni. Tutta la sua opera sta a dimostrare lo sterminato studio sulle varie fonti, siano esse archivistiche, bibliografiche, giornalistiche o sul confronto delle testimonianze. La sua analisi storica è impostata su una visione scevra da campanilismi e da troppi ingiustificati trionfalismi. E’ quindi esemplare la sua correttezza verso personaggi e fatti, che resta estranea a tentazioni agiografiche - prosegue la nota -. Aulla sarà liberata il 24 aprile 1945 da reparti del Btg. Val di Vara della Brt. Giustizia e Libertà, al comando di Daniele Bucchioni “Dany”, 28 anni, di Calice al Cornoviglio, uno dei protagonisti della Resistenza ligure".
"Non solo il 25 aprile - conclude la nota -, ma anche in altre numerose occasioni, il Comune di Aulla, l’Anpi Intercomunale di Licciana Nardi, e altre Istituzioni, sono impegnati nel perseguire questa memoria resistenziale, segnatamente nelle scuole: nel ricordarne la fondamentale importanza e la disgrazia se dovesse cadere nell’oblio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News