Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 02 Agosto - ore 17.55

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

A Zeri manca l’acqua, il sindaco si appella ai cittadini: "Serve grande senso civico"

Zum Zeri nel periodo estivo

Lunigiana - "Chiediamo a tutti grande senso civico, responsabilità e di seguire con scrupolo l’ordinanza in vigore; perché l’acqua è un bene prezioso, a volte un piccolo sacrificio e un po’ di attenzione da parte di ognuno di noi sicuramente procurerà un grosso beneficio alla comunità", Inizia così l’appello del primo cittadino di Zeri, Christian Petacchi agli abitanti della sua Valle nella quale, a causa della siccità, ma anche della rete idrica ammalorata. "Da parte nostra – prosegue – fin dal primo giorno del nostro mandato abbiamo capito che tutto quanto veniva pubblicizzato sull’acqua erano solo chiacchiere. Ci siamo trovati di fronte a una rete idrica datata e mal costruita: prese dimenticate, depositi abbandonati e senza manutenzione, con infiltrazioni e perdite ovunque, cisterne di plastica al posto dei depositi. Con le poche forze a disposizione ci siamo rimboccati le maniche, il Covid ci ha rallentato ma, ciò nonostante, abbiamo messo mano ai depositi con l’impermeabilizzazione delle coperture, stuccatura e intonacatura con materiale idoneo degli interni".

Dunque, tramite i lavori avviati dall’amministrazione, è stato riattivato il deposito di Bosco, (dal 2011 chiuso e sostituito da cisterne di plastica sotto il sole); restaurato il deposito della Techia; il deposito dei Fichi rimesso a nuovo eliminando la cisterna di plastica; deposito di Castoglio ripristinato e rimesso a nuovo; deposito di Montelama (che serve quasi tutta Rossano) raddoppiato, ripristinando il vecchio deposito con una grande manutenzione e messa in parallelo con il più recente; deposito centrale di Valditermine rimessa in uso la seconda vasca mai più utilizzata, e con una spesa di 500 euro raddoppiata la capacità; recuperate e riattivate prese in varie zone; iniziati i lavori di captazione per un nuovo acquedotto a Codolo; stesi 2 km di tubi da una nuova presa al deposito di Montelama (più acqua a tutta Rossano); 1 km di linea nuova in località Chiastre; stesi 300 metri di linea nuova per Codolo/Mola; centinaia e centinaia di interventi a perdite di linea e diversi nuovi bypass per facilitare il flusso; inoltre sono state raddoppiate le analisi di autocontrollo delle acque con una spesa dimezzata. "Sappiamo bene che siamo solo all’inizio, ancora molto ci resta da fare – conclude la giunta – ma la strada è tracciata e noi la percorreremo per intero. Dalla prossima settimana, come ogni anno da quando amministriamo, inizieranno gli sflalci e la pulitura delle frazioni, delle strade comunali e del secondo taglio ai cimiteri".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News