Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Giugno - ore 22.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"I prati di Logarghena e Camporaghena muoiono"

Legambiente scrive al Parco nazionale dell'Appennino e ai comuni lunigianesi. "Pascolo e sfalcio stanno scomparendo". C'è anche un petizione online con oltre trecento firme.

l'appello
I prati di Logarghena

Lunigiana - Salvare le ultime praterie della Lunigiana. E' l'appello lanciato da Legambiente negli scorsi giorni in occasione della Giornata europea dei Parchi e della Giornata mondiale della biodiversità. Quelle rimaste, mete predilette anche per moltissimi spezzini, sono i Prati di Logarghena, nel territorio di Filattiera, ed i Prati di Camporaghena nel territorio di Comano. Splendide praterie con grandi fioriture di narcisi selvatici (giunchiglie) e orchidee spontanee, una volta molto estese, che si stanno imboscando velocemente e perciò estinguendosi. Il loro declino è strettamente legato all'abbandono della pratica del pascolo e dello sfalcio.
"Questi ambienti sono importanti, non solo per la bellezza paesaggistica e le fioriture, ma per l’elevata biodiversità che conservano con habitat, flora e fauna protetti perché minacciati - sottolinea l'associazione -. Si tratta delle ultime praterie della Lunigiana, peraltro comprese nel Parco nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, ente preposto proprio alla difesa della natura. Logarghena inoltre è zona speciale di conservazione, tutelata dalla Rete Natura 2000 dell'Unione Europea che difende la biodiversità più minacciata".

Legambiente si è rivolta al presidente del Parco, oltre che ai sindaci di Filattiera e Comano ed al presidente dell'Unione di comuni montana Lunigiana, perché intervengano con urgenza per salvare le praterie della Lunigiana, e lo fa anche attraverso una petizione popolare online. “Non è accettabile infatti – commenta Matteo Tollini, responsabile parchi e biodviersità di Legambiente Toscana - che a vent'anni dall'istituzione del Parco si possa verificare la perdita degli habitat e di specie faunistiche e floristiche più importanti della Lunigiana per la biodiversità. Il Parco e gli enti locali, sono tenuti ad attuare con urgenza tutte le azioni per fermare la perdita delle praterie di Logarghena e Camporaghena. Non è solo un dovere di legge, ma un imperativo globale di grande attualità, infatti la conservazione della biodiversità è ritenuta strategica per combattere i cambiamenti climatici anche dal Next Generation EU’, oltre che fondamentale per la sicurezza sanitaria”.

La petizione invita gli enti a mettere in pratica attività di sfalcio, decespugliamento, concimazione organica e pascolo delle praterie; ripristino, creazione e mantenimento di abbeveratoi; ripristino e manutenzione delle aree umide ed un programma di controllo del cinghiale.
"Gli enti possono realizzare queste azioni direttamente, anche con finanziamenti pubblici dedicati, oppure finanziare allevatori e proprietari - sottolinea Legambiente -. È in ballo la sopravvivenza di ambienti, che regalano scenari con stupende fioriture di narcisi e orchidee, ma soprattutto di fiori e animali minacciati o a rischio di estinzione che l'Unione Europea ha individuato importanti o prioritari per la tutela della biodiversità nel continente. Ci aspettiamo che il Parco e gli Enti Locali mettano al Primo posto dell'agenda e finanzino con urgenza questi interventi, per non perdere del tutto le praterie di Logarghena e Camporaghena. I finanziamenti sono a disposizione (bilanci, LIFE, PSR, ecc), basta avere la volontà di usarli al più presto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Prati di Camporaghena


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News