Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 02 Agosto - ore 22.56

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Regione, assessore Ferro: "Nessuna assunzione mascherata da rimborso spesa"

Stamani l'interpellanza del consigliere Luca Garibaldi (Pd-Articolo Uno).

"Abbiamo voluto normare"
Simona Ferro

Liguria - Stamani il consigliere regionale Luca Garibaldi (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interpellanza, sottoscritta dai colleghi del gruppo, in cui ha chiesto alla giunta i motivi per cui ha deciso di avvalersi di collaboratori in stato di quiescenza con un rimborso annuale di 10 mila euro. Garibaldi ha rilevato che il 28 maggio 2021 è stata approvata una delibera che individua il tetto massimo di spesa annua per i rimborsi previsti a favore del collaboratore a titolo gratuito e che il provvedimento è stato presentato su proposta del presidente della giunta.
L’assessore all’organizzazione e personale regionale Simona Ferro ha spiegato che "la previsione del tetto di spesa, pari a 10 mila euro, per i rimborsi a favore del collaboratore volontario è legata alla volontà di contemperare l’esigenza di riconoscere, sulla base della normativa, i dovuti rimborsi per le spese sostenute dal collaboratore volontario, garantendogli l’applicazione delle norme che riguardano i rimborsi per il personale dipendente".

“I dipendenti della Regione Liguria - ha aggiunto l'assessore in una nota a margine del consiglio - sono un bene prezioso e la loro conoscenza della macchina amministrativa e burocratica non sempre si può trasferire in tempi rapidi. Quando un dipendente va in pensione con lui ‘vanno via’ competenze che non sempre possono essere reperite nell’immediato; per questo motivo grazie all’art. 5, comma 9 del DL 6 luglio 2012 e delle sue successive modifiche in legge, si può prolungare sino ad un massimo di 12 mesi la permanenza del personale in quiescenza, ma a titolo gratuito e con il solo rimborso delle spese sostenute. In questo contesto abbiamo voluto normare e mettere un tetto massimo al rimborso delle stesse. L’incarico era previsto da una norma vecchia di 9 anni che non dava, però, nessuna indicazione circa i rimborsi. Il mio approccio è sempre quello di normare ogni situazione; ritengo che porre alcune regole consenta a tutti di lavorare meglio, in maniera più efficace e nel massimo rispetto della trasparenza. Nel caso specifico abbiamo voluto mettere un tetto al limite dei rimborsi spesa dovuti a chi ha voluto donare ancora un anno di lavoro alla Liguria ed ai suoi cittadini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News