Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Giugno - ore 23.05

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Garibaldi: "In Liguria 37,5 milioni di fondi non spesi dalla Regione per il post emergenza Covid"

Partito democratico
Test sierologico

Liguria - "In Liguria i fondi per superare l'emergenza delle liste d'attesa post covid e per le spese del personale sanitario c'erano. Ma la Regione non li ha utilizzati. Ammontano a 35,7 milioni le risorse assegnate al nostro territorio per il capitolo sanità, fondi nazionali che sono rimasti in cassa e che la Regione non è stata in grado di utilizzare. Visto che il governo ha messo in campo queste risorse vogliamo capire perché non sono state spese fino ad ora e come verranno utilizzate dal momento che il decreto Sostegni Bis dà la possibilità di spenderle entro il 31 dicembre 2021". Lo afferma il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale Luca Garibaldi sul tema dei fondi previsti dal governo e assegnati alle Regioni ma mai utilizzati in Liguria per superare l’emergenza coronavirus.

"Si tratta di due tipi di risorse – sottolinea Garibaldi – le prime destinate alle spese per il personale sanitario e le seconde all’abbattimento delle liste di attesa per le prestazioni. Se le regioni complessivamente non hanno utilizzato a livello nazionale la gran parte degli 1,6 miliardi assegnati, la Liguria non è stata in grado di utilizzare il 62% dei 12,8 milioni assegnati, pari a 7,9milioni. Erano proprio le risorse che avrebbero dovuto finanziare incremento di ore, prestazioni aggiuntive e assunzioni a tempo determinato in deroga al contratto nazionale, incidendo in modo determinante sulle liste d’attesa. Altri 27 milioni sono invece i fondi non spesi per il reclutamento del personale, derivanti da altre risorse previste per il Covid".

"La Liguria - conclude Garibaldi - che aveva un limite di spesa di 75 milioni, ne ha usati 40 e ne sono rimasti 35,7. Tolte le risorse per le liste d'attesa, restano circa 27 milioni di euro che la Regione deve utilizzare in parte per il reclutamento del personale (circa 13,5 milioni) e altrettanti per l'acquisto di prestazioni ed esami per il privato convenzionato. Il governo, con il decreto Sostegni Bis, dà la possibilità di usare queste risorse anche per quest'anno, nel complicato obiettivo di recuperare in 6 mesi quanto non è stato speso in un anno. Per questo chiediamo alla Giunta trasparenza, una programmazione precisa su come intenda utilizzare queste soldi destinati ai liguri e mai spesi nonostante le lunghe liste di attesa che caratterizzano la ripresa del servizio sanitario nel post Covid".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News