Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 12 Giugno - ore 18.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Gagliardi (Coraggio Italia): "Il ministero inquadri nel Ssn il servizio di assistenza sanitaria ai naviganti"

Gagliardi (Coraggio Italia): "Il ministero inquadri nel Ssn il servizio di assistenza sanitaria ai naviganti"

Liguria - “Il Sasn, servizio di assistenza sanitaria ai naviganti (marittimi e aeronaviganti), da alcuni anni e’ accorpato all'Usmaf che e’ il gestore degli uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera. Questi svolgono funzioni di fondamentale importanza, costituiscono la prima frontiera sanitaria contro il rischio di importazione di malattie infettive connesso ai movimenti internazionali di persone e mezzi di trasporto ed erogano prestazioni sanitarie di medicina generale, specialistica e assistenza farmaceutica al personale navigante. Svolgono funzioni medico-legali per l'accertamento dell'idoneità psicofisica dei naviganti, dei marittimi e della sussistenza dei requisiti psico-fisici per il conseguimento delle patenti di guida e nautiche, nei loro ambulatori inoltre, si effettuano esami diagnostici di tipo strumentale ed interventi di chirurgia”. Dichiara la deputata di Coraggio Italia, Manuela Gagliardi intervenendo ieri durante il question time in commissione Affari sociali alla Camera. “Pur essendo questi servizi gestiti direttamente dal Ministero della Salute il personale, circa 90 elementi tra infermieri, tecnici radiologi, tecnici di laboratorio e fisioterapisti, non è assunto nel ruolo sanitario alle dipendenze del servizio sanitario nazionale, ma opera con accordi nazionali di convenzione rinnovati ogni quattro anni. Ne consegue che questi operatori sanitari, nonostante abbiano tutti i doveri dei dipendenti di ruolo del Ministero, dalla timbratura in ingresso e in uscita all’obbligo di svolgere gli ordini che ricevono, non godano dei medesimi diritti e delle tutele sociali tipiche. Riteniamo che il Ministero della salute non possa consentire questo trattamento discriminatorio del personale sanitario degli Usmaf-Sasn, soprattutto in un momento particolare come quello attuale in cui il personale sanitario di frontiera assume un ruolo di fondamentale importanza di contrasto al Covid. La preoccupazione di questi lavoratori e’ fondata perche’ il tavolo delle trattative e’ fermo al 2020 e non vi sono elementi per ritenere che qualcuno si stia attivando per migliorare la loro situazione. Non sono numeri impossibili da gestire per questo chiediamo al ministero di intervenire immediatamente, dando al personale sanitario del SASN tutte le garanzie previste dalla legge”, conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News