Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Giugno - ore 23.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

FdI: "Autostrade restituisca ai liguri quanto ha tolto loro con disservizi"

"Gratuità pedaggio è punto di partenza, non di arrivo".

L'ordine del giorno
Autostrada A12

Liguria - “Partiamo dal dire che la gratuità del pedaggio non è un’eccezione, ma deve essere la norma quando gli automobilisti non usufruiscono di un servizio adeguato e se per qualcuno è un punto di arrivo per noi è un punto di partenza per le richieste da fare ad ASPI circa gli interventi che, a detta di Placido Migliorino, dureranno ben 10 anni”. Lo afferma in una nota Stefano Balleari, capogruppo di Fratelli d'Italia nel consiglio regionale della Liguria.

Con un ordine del giorno, che sarà presentato al Presidente Toti ed alla Giunta, FdI, si legge ancora nella nota di Balleari, "prende una posizione netta e chiara sula questione Autostrade. Ormai è iniziata una resa dei conti tra la Liguria e i gestori dei tratti autostradali, dopo anni di inattività e dopo il disastro del 14 agosto 2018 che ha spezzato la vita delle 43 vittime travolte dal Ponte Morandi, che stanno, in maniera del tutto asincrona, recuperando le decadi di inattività. Questo sta causando la paralisi della nostra regione come è avvenuto nel 2020 e come si sta replicando quest’anno ed è per questo che noi come partito chiediamo ben più della gratuità, ma delle soluzioni che non ci portino mese dopo mese e anno dopo anno al tracollo”.

Il ragionamento del gruppo "parte dall’esigenza di avere una rete autostradale sicura e percorribile e che tenga conto della vocazione della prima regione in Italia per bandiere blu, meta di turismo nazionale ed internazionale sia per il weekend che per le classiche due settimane estive e per questo si chiede: investimenti in personale per avere un maggior utilizzo di ispettori che possano lavorare su più turni, intensificare i lavori con un’operatività su tre turni da 8 ore consentendo di lavorare h24 e 7 giorni su 7, un cronoprogramma che impegni tutto il periodo autunnale ed invernale con i lavori nelle gallerie mentre lascia al periodo della bella stagione cantieri mobili che possano essere interrotti nei weekend e nei periodi di maggior traffico turistico. Non possiamo scegliere tra sicurezza o blocco della regione, siamo un partito serio che fa delle richieste serie per la Liguria. Proprio nell’ultimo question time al Senato il Senatore Ignazio La Russa ha incalzato il Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile Enrico Giovannini ottenendo in risposta la medesima vaghezza che accompagna le nostre interrogazioni parlamentari dall’anno scorso senza che vi sia da parte del governo un serio impegno. Noi vogliamo che il Governo dia risposte ad una regione che pare abbia dimenticato e che voglia riportare ai primi del ‘900 in tema di viabilità e mi duole ricordare che in un mondo interconnesso una regione senza infrastrutture moderne e sicure è destinata alla morte economica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News